Rose, qual è il periodo migliore per piantarle?

Redazione

La maggior parte di noi ama i fiori: ama acquistarli, ama regalarli e vederseli regalare, ama annusarli ed averli per casa. Ogni fiore ha la sua speciale bellezza e fragranze, ma certamente le rose hanno un fascino senza eguali.

Eppure pochi di noi si arrischiano a coltivarle: se è vero che il pollice verde è un dono che non tutti hanno, è altrettanto vero che basta qualche dritta e consiglio ben applicato per riuscire a realizzare un bel roseto.

Volete mettervi subito alla prova? Non è una decisione saggia, ed il motivo è semplice: non è il periodo adatto.

Ed allora, qual e?

Se ormai è pur vero che soprattutto in serre e vivai ogni periodo è quello buono, il periodo che va dall’autunno alla primavera è il più indicato per la piantumazione e la messa a dimora in giardino.

Più nello specifico, novembre e dicembre rappresentano il periodo migliore, soprattutto su terreni leggeri e sulla buona terra fresca, mentre per i terreni montani meglio aspettare marzo od aprile.

Naturalmente va favorita per la crescita sana e veloce delle nostre rose una zona soleggiata e areata: il sole favorisce la crescita delle piante e quindi lo sviluppo e la fioritura delle rose.

Le rose, poi, devono essere immerse in acqua per almeno 1-2 ore prima di piantarle ma non più di 24 ore: le radici non devono essere lasciate seccare direttamente una volta acquistate.

Next Post

Pressione, presto si potrà misurare con un video selfie

Grazie alla loro enorme diffusione, nelle farmacie ma anche nei negozi di elettronica in generale, gli apparecchi per la misurazione della pressione sanguigna si trovano ormai a prezzi anche irrisori, permettendo a tutti di acquistarle e di controllare il proprio stato di salute anche comodamente a casa. Naturalmente, per essere […]