Rovigo, ragazza rapita e poi stuprata barbaramente
Rovigo, ragazza rapita e poi stuprata barbaramente

A Rovigo una ragazza rapita e poi stuprata barbaramente.

I fatti sarebbero che dei rapinatori hanno compiuto un furto ma, al momento della partizione del bottino, ci sia stato un violento litigio.

Per questo motivo due Rom di Badia al Polesine, in provincia di Rovigo, per farla pagare all’uomo col quale avevano litigato, hanno sequestrato la donna e l’avrebbero stuprata, oltre a strapparle di dosso la collana che indossava.

La ragazza ventunenne è stata prontamente ricoverata all’Ospedale Santa Maria Nuova.

Il referto medico attesta le lesioni subite dalla donna. In base alle prime ricostruzioni fatte dagli inquirenti, i due sarebbero andati a prelevare la ragazza presso il Campovolo, a Reggio.

Qui stava la famiglia della ragazza, sistemata con un camper.

Per quel che riguarda gli aggressori, si tratterebbe di Rocky Ahmetovic, di soli 18 anni, e del padre Alessandro di 37.

Questi invece abitano stabilmente a Badia Polesine. Al momento sono in carcere. I due hanno invece riferito al giudice che si tratta di un’accusa del tutto infondata.

Dice l’avvocato Cirillo, che assiste i due uomini: “A seguito delle dichiarazioni rese, è evidente che la ricostruzione prodotta dalla persona offesa è priva di fondamento e non sta in piedi”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Milano, bimbo di due anni ucciso dal padre

Difficile riuscire a dire cosa si provi ogni volta che si sente…

Portoferraio, ancora una volta un 25 aprile di divisione

A Portoferraio, Isola d’Elba, ancora una volta un 25 aprile di divisione.…