Salute, amore o soldi, la scienza spiega cosa serve per la felicità

Redazione

Dall’Institute of Happiness in Danimarca, arriva la spiegazione scientifica della felicità, calcolando le variabili che cambiano da persona a persona.

Salute amore o soldi la scienza spiega cosa serve per la felicita
foto@depositphotos.com

Riusciamo a capire realmente quando siamo felici? Inoltre ci sono paesi realmente più solari e felici di altri, poi ancora…come si calcola la felicità?

Un analista di dati presso il Copenhagen Institute of Happiness in Danimarca, ha rivelato al portale Eldoce.tv come funzionano e quali variabili studiano per determinare il benessere delle persone.

La felicità è complessa e non basta chiedersi una sola cosa. Ma in generale vediamo tanti schemi che si ripetono in tutte le persone: le relazioni sociali”, ha precisato.

Lo specialista ha assicurato che coloro che hanno legami forti e sani tendono ad essere più felici: “Sebbene ci siano problemi importanti, se hai una buona cerchia di amici o familiari sei abbastanza protetto“.

In questo senso l’esperto chiarisce che la salute, il denaro e l’amore sono importanti, ma che la variabile più importante per misurare la felicità “è l’amore”.

La salute, contrariamente a quanto si pensa, quando si parla di salute fisica non è un problema così grave secondo gli esperti. “Abbiamo analizzato a lungo la felicità nelle persone con malattie molto gravi e le persone si adattano molto bene a questi problemi“.

E ha aggiunto: “Le uniche che colpiscono sono le malattie mentali come l’ansia e la depressione. Sono quelle che influiscono maggiormente sul benessere delle persone, anche più dell’Alzheimer o del Parkinson“.

A proposito di soldi, l’esperto ha spiegato che per chi ha poco “è molto importante” raggiungere il benessere e la felicità, ma per chi ha molto “l’aumento della ricchezza non intacca affatto il benessere“.

Inoltre l’esperto ha analizzato alcuni punti fondamenti della vita di un uomo ovvero:

È necessario perdere qualcosa per valorizzarla? – Sì. È quella che chiamiamo “felicità per contrasto”. Se ci fermiamo a pensare, questo è sempre accaduto nelle nostre vite, continua ad accadere e ne siamo consapevoli.

Qual è il modo per misurare la felicità personale? – Quando arriva la fine della giornata, puoi chiederti: vorrei che l’oggi si ripetesse domani? Per me, questa è la prova che la giornata è valsa la pena.

Next Post

I social ci cambiano, i 20enni ricorrono a chirurgia estetica

Filtri e applicazioni per modificare il nostro volto, hanno creato dei bisogni che stanno colpendo molto anche i giovani. La pandemia ha innescato una catena di aumenti dei ritocchi estetici del 30%, secondo la Società Spagnola di Medicina Estetica (SEME). Nello specifico, l’età di inizio di questo tipo di trattamento […]
I social ci cambiano i 20enni ricorrono a chirurgia estetica