Selvaggia Lucarelli non ha rubato nessuna foto di vip

Ci sono voluti diversi anni, ben sette, affinché la giustizia facesse il suo corso, ma alla fine la giornalista e blogger Selvaggia Lucarelli ha avuto la sua rivincita ed è stata assolta da tutte le accuse mossegli ormai quasi un decennio fa.

In particolare, sono stati assolti dal Tribunale di Milano i blogger Gianluca Neri, Selvaggia Lucarelli e Guia Soncini, che erano accusati di avere rubato segreti e immagini a personaggi dello spettacolo attraverso presunti accessi abusivi nei loro account di posta elettronica.

L’inchiesta era nata dalla presunta sottrazione di un set di foto scattate alla festa per i 32 anni dell’ex fidanzata di George Clooney, Elisabetta Canalis, nella villa comasca dell’attore. Canalis era parte civile con Federica Fontana, altra showgirl.

I tre erano accusati a vario titolo di concorso in intercettazione abusiva, detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso (accusa da cui è esclusa Lucarelli) “al fine di procurare a sé o ad altri un profitto o di arrecare ad altri un danno”, di accesso abusivo a sistema informatico e violazione della privacy.

La Lucarelli ne è uscita pulita, dimostrandosi vincente anche la scelta di non parlare mai della vicenda in tutti questi anni, come ha raccontato al Corriere della Sera: «È stata una scelta. E poi devo ammettere che non ero preparata alla tempesta mediatica alla quale sono stata sottoposta. Hanno scritto pure che ero andata a battere cassa da Signorini chiedendogli 100 mila euro per le foto della Canalis, quando lo stesso direttore di Chi aveva dichiarato in Tribunale che non aveva mai preso soldi da me: era scritto agli atti eppure nessuno se ne è accorto».

Al quotidiano racconta i momenti più difficili: «Beh, le perquisizioni. Mi sono ritrovata la polizia che mi citofonava all’alba, con mio figlio Leon a letto con la febbre. Mi hanno sequestrato cellulare, computer, la Wii del bambino. Hanno aperto i miei libri cercando chissà che cosa, hanno ribaltato i cassetti della biancheria intima, neanche avessi avuto le foto di Marrazzo in compagnia di qualcuno. Non hanno trovato neppure un film scaricato illegalmente».

«Dopo 7 anni di processo e articoli infamanti (fino a ieri), sono stata assolta perché il fatto non sussiste», ha scritto invece su Facebook la Lucarelli. «Oggi dico solo questo. E che sono felice. E che stasera alle 19 sarò a Palazzo Sormani per presentare il mio libro!», ha scritto ancora Lucarelli. E infine: «P.s. Grazie, davvero, al mio avvocato Isabella M. Corlaita. E all’avvocato Caterina Malavenda».

Next Post

Gianluca Vacchi, come il vino, è migliorato con l’età

Dopo aver detto addio alla sua fidanzata, compagna di vita e di balli social, Gianluca Vacchi si sta godendo la sua estate da single. Nelle scorse ore, ad esempio, il popolo della notte di Bodrum lo ha acclamato come una vera star durante un suo dj set: protagonista assoluto della […]