Sla, positivi i risultati su pazienti trapiantati con staminali

Gli ultimi aggiornamenti sul trattamento della SLA, attraverso la sperimentazione delle cellule staminali, ha dato buoni frutti, si è conclusa infatti con risultati positivi, come spiega Angelo Vescovi dell’Università Bicocca di Milano.

Naturalmente è presto per urlare al miracolo, e per non cadere in eccessi di ottimismo come era accaduto per il metodo Vanoni che poi si è rivelato l’ennesima falsa speranza, ma si è aperto uno spiraglio di luce per i malati di Sla.

Sono infatti positivi i risultati dei primi 18 trapianti di cellule staminali cerebrali su malati di Sla nell’ambito della sperimentazione condotta dal professor Angelo Vescovi: non si può parlare di una cura trovata per la Sclerosi laterale amiotrofica, certamente, ma la strada sembra spianata per un buon esito.

La sperimentazione, di cui si è concluse la fase I mirata a dimostrare la sicurezza del trattamento, si basa sul trapianto di cellule staminali cerebrali umane prelevate da feti abortiti spontaneamente. Si tratta di una sperimentazione all’avanguardia nell’ambito delle terapie avanzate con cellule staminali, condotta secondo la normativa internazionale vigente e in accordo con le regole EMA (European Medicine Agency), con cellule prodotte secondo lo stretto regime GMP (Good Manufacturing Practice) certificate dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

I risultati positivi ottenuti consentono ora di passare alla fase II della sperimentazione, mirata a dimostrare l’efficacia del metodo per arrestare la malattia: partirà nel 2016, sempre in Italia, e sarà condotta su 70-80 pazienti.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gb, uno studio rivela: i gatti non soffrono se lasciati soli

Una notizia che, se letta con superficialità, può far storcere il naso…

La dieta del limone purificarsi in modo naturale

Alcune persone temono che gli additivi chimici presenti negli alimenti e nelle…