Stoccolma, Stefan Löfven: è stato un attacco terroristico

Eleonora Gitto

Il Premier Stefan Löfven non ha dubbi: quello di Stoccolma è stato un attacco terroristico.

Stessa modalità dei precedenti attentati europei: un camion lanciato contro la folla.

Questa volta a piangere i morti di questi vili attentati è la civilissima Stoccolma. Il numero delle vittime è stato confermato: 4 morti e 12 feriti.

Purtroppo alcuni di questi ultimi versano in condizioni gravissime. Subito dopo l’attentato, la stazione dei treni e delle metropolitane erano state chiuse.

L’invito era “Evitate il centro”. Il terrore ha paralizzato la città per ore.

Re Carl Gustaf ha espresso cordoglio per le vittime mentre il Premier Löfven richiama gli svedesi all’unità: “Uniti nel lutto, l’odio non minerà i nostri valori”.

“Sappiamo che i nostri nemici sono questi atroci assassini e non noi stessi gli uni con gli altri – ha aggiunto il Premier -.

Il nostro messaggio sarà sempre chiaro: non ci sconfiggerete, non governerete le nostre vite, non vincerete mai”.

Stefan Löfven, che al momento della tragedia si trovava nell’ovest della Svezia, esattamente a Göteborg, è rientrato subito a Stoccolma per seguire da vicino la situazione.

La stampa svedese riporta che a Marsta, nella contea di Stoccolma, nel corso di un blitz è stato arrestato un uomo che avrebbe delle responsabilità nell’attentato terroristico del 7 aprile.

Fonti della polizia, però, fanno sapere chi era alla guida del camion sarebbe ancora a piede libero.

Le ricerche continuano senza sosta mentre il governo svedese ha reimposto i controlli alle frontiere.

Next Post

Addio Uber Black, il Tribunale di Roma blocca l’app

Il Tribunale di Roma blocca l’app Uber Black: accolto il ricorso dei tassisti. I tassisti di Roma avevano denunciato Uber Black per concorrenza sleale, i giudici del Tribunale di Roma lo accolgono. Uber però non ci sta e annuncia subito un ricorso. “Siamo allibiti – si legge in un comunicato […]
Addio Uber Black, il Tribunale di Roma blocca l’app