Milano, sentenza storica: la moglie è posseduta dal demonio
Milano, sentenza storica: la moglie è posseduta dal demonio

La signora non agisce consapevolmente, è agìta“, tradotto significa che è posseduta dal demonio: questa la sentenza del Tribunale di Milano in una causa di divorzio.

Ne avevamo sentito tante di motivazioni in una causa di separazione ma la moglie “posseduta” ci mancava.

Quindi, gli atei e i laici di tutto il mondo smettessero pure di farsi domande o di dubitare: che il diavolo esiste lo sancisce il Tribunale Civile di Milano.  E se esiste il diavolo, esisterà anche il suo opposto, dio.

Una sentenza quella di Milano che, sicuramente, farà discutere. Ma veniamo ai fatti. Il marito della signora “indemoniata” aveva chiesto ai giudici che alla moglie fossero addebitate le spese del divorzio.

Da molto tempo il malcapitato lamentava di essere vittima di comportamenti della moglie.

Troppo ossessivi e troppo atipici per essere “umani”. Ergo, quella condotta insopportabile non era ascrivibile alla moglie ma all’essere immondo che si era impossessato di lei.

I giudici gli hanno creduto. Perciò il signore si è dato la classica zappata sui piedi.

La sentenza, infatti, pur riconoscendo che il comportamento della moglie fosse deplorevole, non ha addebitato a lei la colpa della separazione.

Per i giudici la signora, riconosciuta dai medici sana di mente e di corpo, “non agisce consapevolmente” ma “altrettanto chiaramente è “agita”.

E negli atti si parla anche di prove che “hanno sostanzialmente confermato la veridicità materiale dei fenomeni inspiegabili”raccontati marito “fervente fedele” come la moglie  e confermati da altri fedeli, dal parroco e persino da un frate cappuccino (non avevamo dubbi!).

I testimoni parlano di “improvvisi irrigidimenti o convulsioni corporee che richiedono l’intervento di terze persone in funzione contenitiva”.

Si parla anche di forza bruta della donna che, pur essendo piccola e magra “ solleva con una sola mano una pesante panca e la scaglia contro l’altare”.

E come se non bastasse la donna si solleva in aria per poi ricadere a distanza con “proiezioni paraboliche.

Ogni commento a questo punto è superfluo. Roba da far diventare un fumetto il libro “L’esorcista” e un dilettante il suo scrittore, William Peter Blatty.

Loading...
Potrebbero interessarti

Padova, le strutture ospedaliere negano l’aborto

A Padova una signora prova ad abortire, ma le strutture ospedaliere la…

Cane che abbaia il Sindaco non può zittirlo

Non può zittirlo il Sindaco, stiamo parlando di un cane che abbaia…