Stress, combatterlo lavando i piatti

Lavare i piatti è una delle attività più noiose del ménage casalingo, e molto spesso è anche motivo di litigio tra coniugi o tra genitori e figli perché nessuno vuole assumersi l’ingrato compito.

Eppure arriva ora uno studio a dare un incentivo in più per chi si assume il noioso compito: lavare i piatti può essere una pratica molto utile a combattere lo stress.

Lo rivela uno studio della Florida State University, pubblicato sulla rivista “Mindfulness” prendendo in esame la ritualità di uno dei lavori più “noiosi” in assoluto e rivalutandolo.

I risultati dello studio hanno indicato infatti che i volontari che avevano lavato i piatti in uno stato di piena consapevolezza, focalizzando l’attenzione sul profumo del detersivo liquido, sulla temperatura dell’acqua e sulla sensazione di contatto percepita toccando i piatti, avevano ridotto il loro livello di nervosismo del 27%.

Sarebbe proprio l’azione in sé del lavare i piatti in modo ripetitivo e rituale che rilassa, concentra e ammorbidisce lo stato di tensione. Si sta ora verificando se lo stesso si può ripetere con altri lavori di casa, o con altri hobby o col giardinaggio.

Next Post

Imparare a riconoscere la dipendenza da shopping

Se fare shopping di per sé non è affatto un male o una patologia, di certo lo diventa quando fare shopping arriva ad essere una dipendenza: lo sanno bene migliaia di donne nel mondo che non riescono a passare dinanzi a nessuna vetrina senza avere l’istinto incontrollabile di entrare ed […]