Studio rivela: Le donne di mezza età non si riprendono più dal Covid

Redazione

Due studi separati condotti nel Regno Unito hanno rivelato che coloro che non riuscivano ancora a riprendersi mesi dopo aver sofferto della malattia di Covid-19 causata dal coronavirus erano prevalentemente donne di mezza età. Il fatto che la malattia continui per mesi dopo il primo trattamento viene denominato “Covid Lungo“.

Le donne di mezza eta non si riprendono piu dal Covid

È stato osservato che il 70% dei partecipanti allo studio soffriva ancora di ansia, mancanza di respiro, stanchezza estrema, dolori muscolari e confusione e le donne nel gruppo di mezza età erano le più colpite dopo cinque mesi dall’aver contratto il coronavirus.

Ma secondo la stessa ricerca, la longevità degli effetti della malattia non è correlata al fatto che sia pesante all’inizio. Gli effetti a lungo termine possono essere visti anche in coloro che subiscono il virus in forma minore.

Gli effetti più lunghi osservati nelle donne di mezza età possono essere spiegati dalle differenze nel corpo femminile nella lotta contro la malattia, secondo gli esperti.

Nella ricerca dell’Università di Leicester, più completa e non ancora interpretata da esperti indipendenti, è stata monitorata la condizione di 1000 pazienti ricoverati con diagnosi di Covid-19 nel Regno Unito l’anno scorso .

È stato osservato che il 70% di coloro che si sono ammalati non erano ancora completamente guariti cinque mesi dopo essere stati dimessi dall’ospedale e le donne erano per lo più colpite.

Più di 400.000 persone sono state ricoverate con la diagnosi di Covid-19 dallo scoppio dell’epidemia nel Regno Unito, che comprende Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord .

Un secondo studio, più ristretto, è stato condotto dall’Università di Glasgow.

Secondo i risultati preliminari di questo studio inedito, 7 mesi dopo la dimissione dall’ospedale, le donne sotto i 50 anni hanno ancora 7 volte più probabilità di soffrire di mancanza di respiro rispetto agli uomini della stessa età. Allo stesso modo, hanno il doppio delle probabilità di mostrare estrema stanchezza rispetto agli uomini della stessa età.

Un numero significativo di problemi di salute permanenti non sono collegati alla gravità della malattia, il più delle volte descritta dai danni che causano ai polmoni“, afferma il dottor Rachael Evans, professore dell’Università di Leicester e specialista in malattie respiratorie.

Ciò ha portato gli esperti a concludere che potrebbero esserci altri motivi per cui le donne nel gruppo di mezza età sono colpite per periodi di tempo più lunghi.

Guardando solo le pazienti di sesso femminile, si è visto che le donne sotto i 40 o sopra i 60 anni erano in grado di recuperare più rapidamente, mentre le più colpite da Covid lungo, erano la fascia di mezza età.

Questo studio ha anche rivelato che le donne di età inferiore ai 50 anni hanno cinque volte meno probabilità di affermare di essersi completamente riprese entro 7 mesi dalla cattura del Covid-19 rispetto agli uomini della stessa età.

Si è concluso che le donne in questa fascia di età avevano anche molte più probabilità di acquisire una nuova disabilità permanente rispetto agli uomini della stessa età con la stessa malattia.

La ricerca rileva che queste nuove disabilità sorgono principalmente nella memoria, nella mobilità, nella vista e nell’udito.

Next Post

Seth Rogen: Quell'episodio sul set con Emma Watson

Seth Rogen ha voluto chiarire le voci secondo cui Emma Watson avrebbe abbandonato il set durante una scena della commedia del 2013 “Facciamola finita” (This Is the End) . Durante un’intervista con British GQ, a Rogen è stato chiesto di un presunto incidente in cui l’attrice di Harry Potter pare […]
Seth Rogen episodio sul set con Emma Watson