Tabagismo, ecco i luoghi del mondo dove si fuma di più

Il tabagismo è una piaga mondiale: milioni di persone nel mondo fumano un numero impressionante di sigarette, provocando danni ingenti a se stessi ed anche a tutti quelli che gli stanno attorno.

Gli allarmi degli esperti sembrano cadere nel vuoto: la prospettiva di morte precoce, cancro, malattie cardiovascolari non servono a scoraggiare i fumatori incalliti.

Ma in quali paesi del mondo si fuma di più?

La Cina è il più grande consumatore al mondo di sigarette, con una media di 4124 all’anno (11-12 al giorno), secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Al secondo posto vi è la Bielorussia (3831 sigarette per adulto all’anno), seguita da Libano (3023), Macedonia (2732) e Russia (2690).

Per quanto riguarda la percentuale di fumatori, in Grecia fumano 39 persone ogni 100. In Indonesia la percentuale scende a 38 su 100, ma è impressionante la differenza tra uomini e donne: la percentuale di fumatori tra i primi è di oltre il 70%, mentre tra le donne scende ad un esiguo 4%. In Cile fuma quasi il 30% della popolazione.

L’Islanda è il paese europeo dove sigarette e alcolici mietono meno vittime tra la popolazione maschile.

Loading...
Potrebbero interessarti

Oms, sulla carne lavorata allarmismo ingiustificato

Come era prevedibile, la decisione dell’Organizzazione mondiale della Sanità di inserire le…

Diabete, un fattore determinante è anche l’inquinamento atmosferico

Il diabete di tipo 2 è una malattia metabolica caratterizzata da iperglicemia. Il diabete di…