Tartufo, un fungo tanto costoso quanto prelibato
Tartufo un fungo tanto costoso quanto prelibato

Chi di noi non ha mai sentito parlare di tartufo?

Tutti, eppure non proprio tutti l’abbiamo assaggiato, quantomeno non nelle sue varietà più pregiate, ed il perché è presto detto: il tartufo è molto costoso ed anche pochi etti possono arrivare a costare diverse migliaia di euro.

Ma perché questo alimento è così pregiato? E soprattutto siamo proprio sicuri di sapere che tipo di alimento è e dove nasce e cresce?

Il tartufo è un fungo ipogeo, cioè che cresce sotto terra, ed appartiene alla famiglia delle Tberaceae.

I tartufi crescono spontaneamente nel terreno accanto alle radice di alcuni alberi o arbusti, detti piante simbionti, che ne consentono la crescita.

Questi alberi sono generalmente querce, pioppi, noccioli, salici e tigli: crescendo accanto a loro, il tartufo estrae zuccheri dalle radici della pianta, mentre in cambio cede acqua, potassio, sodio e altri sali minerali utili alla pianta stessa.

Questo fungo è formato dal peridio, la parte esterna, e dalla gleba nella quale ritroviamo le spore, che sono le cellule destinate alla diffusione del fungo stesso. La rarità dei tartufi dipende da fattori ambientali oltre che stagionali.

Nel nostro Paese esistono due tipologie differenti, il tartufo bianco e il tartufo nero, mentre nelle regioni desertiche del Mediterraneo si raccolgono dei tartufi particolari chiamati terfezie.

Le caratteristiche di colorazione, sapore e profumo del tartufo sono invece determinate dal tipo di alberi presso i quali essi si sviluppano.
I tartufi generalmente si raccolgono a mano e vengono trovati grazie al fiuto di cani addestrati appositamente a scovarli in terreni anche molto ampi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Migliorano le condizioni di salute dell’infermiere di Emergency affetto da ebola

“Il paziente e’ in buone condizioni cliniche con scomparsa dell’esantema cutaneo. Il…

Tide Pod, la nuova moda di mangiare capsule di detersivo

Ce ne sono state di mode strane e strampalate negli ultimi anni,…