Tempo di cambiamenti anche per le Converse, immutate dal 1917

Un marchio e un modello che, a dire che hanno fatto storia, sembra quasi sminuirne la portata, eppure dopo quasi un secolo di vita, è venuto il tempo di rinnovarne lo stile.

Converse ha infatti deciso di ridisegnare le Chuck Taylor All Star, alias le mitiche sneaker, spesso chiamate solamente All Star e che sono rimaste uguali da quando furono prodotte per la prima volta nel 1917.

Le mitiche calzature ideate da Chuck Taylor, un giocatore di basket professionista, per migliorare il suo gioco, si trasformano: innanzitutto il plantare, realizzato con un materiale più morbido e maggiormente ammortizzante; una fodera microforata e traspirante; e avranno una linguetta imbottita per una maggiore stabilità, mentre il rivestimento esterno è in tela.

La versione appena lanciata è già entrata in commercio, almeno negli Stati Uniti. Per il momento è prevista solo in edizione limitata in quattro colori: bianco, rosso, nero e blu, su cui il logo circolare del marchio sarà cucito e non più incollato.

Per ora non sostituiranno il vecchio modello che continuerà a restare in commercio. Cambiano invece i prezzi: le “nuove” All Star costeranno 15 dollari in più rispetto al modello storico.

Next Post

Delrio, a settembre alla Camera il ddl sugli scioperi

I consumatori e gli utenti non ne possono più: se il diritto allo sciopero è sacrosanto e va tutelato, è altrettanto vero che i servizi essenziali vanno assicurati, per non rischiare di paralizzare all’improvviso e senza preavviso intere città. Secondo quanto annunciato dal ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, in seguito […]