Treni completamente pieni? No grazie
Treni completamente pieni No grazie

Da qualche giorno non si parla d’altro: nonostante l’epidemia di Coronavirus non sia stata ancora debellata e quindi le misure di distanziamento sono ancora la soluzione migliore per limitare il contagio, era stato deciso di eliminare le misure in vigore sui treni.

In soldoni, addio sedile vuoto tra un passeggero e l’altro: treni pieni fino alla loro normale capienza.

Ma le polemiche sono state così aspre che in extremis è intervenuta una nuova ordinanza: il ministro della Salute Roberto Speranza ha deciso di bloccare la deroga in vigore per i treni Frecciarossa e Italo che potevano occupare tutti i sedili disponibili.

Treni completamente pieni No grazie

“Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela. Per questo ho firmato una nuova ordinanza che ribadisce che in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, è e resta obbligatorio sia il distanziamento di almeno un metro che l’obbligo delle mascherine”, spiega Speranza. “Questi sono i due principi essenziali che, assieme al lavaggio frequente delle mani, dobbiamo conservare nella fase di convivenza con il virus”, sottolinea il ministro.

Il ministero dei Trasporti ha quindi precisato che “non avevano reintrodotto il riempimento al 100%, ma una deroga al distanziamento sociale di un metro a certe condizioni che, se poste in essere, avrebbero aumentato la capacità dei vagoni, pur non permettendone il riempimento totale”. 

Loading...
Potrebbero interessarti

Maltempo, arriva la neve in Lombardia

Gli ultimi giorni tutto sommato sono stati caratterizzati da una certa stabilità…

Roma, rapina posta dove è cliente

Tra le doti che certamente un buon ladro deve avere vi sono…