Una simulazione VR ci fa vedere cosa c’è dopo la morte

VEB

Le domande che ci poniamo durante la nostra vita sono migliaia, dalle più stupide come ad esempio il nome di una canzone che non ricordiamo, o un personaggio fino a quelle che tutta l’umanità si chiede da secoli.

Naturalmente, una di quelle grandi domande con cui ci confrontiamo per tutta la vita è cosa succede quando è finita, il momento della morte e come ci si sente davvero.

Una simulazione VR ci fa vedere cosa ce dopo la morte
Una simulazione VR ci fa vedere cosa c’è dopo la morte (Foto@Pixabay)

E’ un pensiero che a prima vista può apparire piuttosto spaventoso, ma è quello a cui continuiamo a cercare la risposta.

E ci sono persone che sono morte dal punto di vista medico e sono state riportate in vita, mentre altre hanno avuto esperienze di pre-morte e molti di loro hanno cercato di descrivere cosa è successo.

Alcuni dicono di avere avuto un’esperienza fuori dal corpo in cui sono riusciti a vedere se stessi in quelli che potrebbero essere i loro ultimi momenti, mentre altri credono di avere un assaggio di cosa ci sarà dopo la morte.

A Melbourne, in Australia, c’è una nuova simulazione VR che mira a fornire alle persone un’esperienza simile a questa, permettendo alle persone di provare come potrebbe essere morire.

Fa parte della mostra Passing Electrical Storms di Shaun Gladwell, che fa parte dell’evento Melbourne Now che si tiene alla National Gallery of Victoria.

Gladwell ha creato un’esperienza di “realtà estesa” (XR), descritta come “meditativa e inquietante allo stesso tempo“.

La simulazione “guida i partecipanti attraverso una riduzione simulata della vita, dall’arresto cardiaco alla morte cerebrale” che suona piuttosto spaventosa.

L’immagine della simulazione VR di morte (Foto@TikTok/Croom12)

E un TikToker, noto come croom12 , che è stato lui stesso all’esperienza, ha spiegato che le persone sono “sdraiate, il letto vibra, tu hai il tracciato piatto” prima che i dottori ti circondino e simulino di non riuscire a rianimarti.

Ha poi detto “fluttui oltre di loro nello spazio” e come parte dell’esperienza VR, “puoi vedere te stesso negli occhiali” per l’esperienza fuori dal corpo.

Le persone che stanno vivendo l’esperienza sono collegate a un cardiofrequenzimetro e possono smettere in qualsiasi momento alzando la mano se diventa troppo impressionante.

Altre strane esperienze come questa includono un’esperienza VR della “macchina suicida” che consentirebbe alle persone di sperimentare una ricreazione virtuale di come la macchina li ucciderebbe.

fonte@LadBible

Next Post

Cosa sono quei misteriosi buchi trovati sul fondo dell'oceano

L’equipaggio della nave da ricerca norvegese GO Sars ha ufficializzato la scoperta di misteriosi buchi sul fondo del mare nel mezzo dell’Oceano Atlantico. Per io ricercatori, potrebbero essere tracce di una creatura vivente sconosciuta. Secondo Science Norway, la scoperta è stata effettuata utilizzando un veicolo subacqueo senza pilota (ROV) telecomandato, dotato di […]
Cosa sono quei misteriosi buchi trovati sul fondo de oceano

Possono interessarti