Uno smartphone e un QR Code per dire addio alla carta di credito

La tecnologia va sempre avanti, imperterrita non si ferma e in ogni campo della nostra vita, molto spesso, si rivela veramente utile, anche in questo caso l’idea, legata all’istituto UniCredit, è davvero interessante, vediamo di cosa si tratta.

Prelevare al Bancomat senza l’ingombro della carta di credito o delle password che inesorabilmente vengono dimenticate? Non un sogno, ma una realtà quanto mai attuale, grazie ai nostri fidatissimi e ormai inseparabili smartphone e ai QR Code.

Per chi non lo sapesse, i QR Code, acronimo per Quick Response Code (codice di risposta rapida), altro non sono che dei codici a barre bidimensionali che possono essere letti dagli smartphone grazie ad opportune applicazioni e all’uso della fotocamera per inquadrare il codice.

E dallo scorso 15 giugno, il QR semplifica le operazioni anche di prelievo agli sportelli ATM, dando la possibilità agli utenti di liberarsi della propria carta: il Prelievo Smart – disponibile per i possessori dell’applicazione “Mobile Banking UniCredit” installata sui sistemi iOS, Android e Windows Phone –  consente al cliente di prenotare del contante sull’apposita app, indicando l’importo da prelevare e il conto di addebito.

Per poter ritirare la cifra, al cliente basterà recarsi presso un BancoSmart UniCredit, dato che Unicredit è la prima banca ad aver reso disponibile questo servizio, e inquadrare il codice QR presente sul monitor. In presenza di un prelievo prenotato, dopo pochi secondi, l’ATM effettuerà il riconoscimento del cliente e dell’operazione, consentendo il completamento del prelievo con l’erogazione dei contanti, il tutto senza mai utilizzare la tessera di plastica e senza necessità di digitare il PIN.

Potrebbero interessarti

Auto, il certificato di proprietà diventa digitale

Il certificato di proprietà dell’auto cessa di essere cartaceo e diventa finalmente…

Google, riprovarci con Android One ma a prezzi dimezzati

Se nei paesi occidentali per smartphone di fascia medio bassa si intende…