Vaccini, radiato dall’albo un altro medico contrario alle vaccinazioni
No vax, giudice costringe una mamma a vaccinare il figlio

C’è grande fermento, in questi giorni, per quanto riguarda la questione vaccini e l’importanza di tutelare i nostri bambini dal rischio di contagiarsi e contagiare con forme epidemiche che in realtà, con una giusta copertura vaccinale, sarebbero già dovute essere debellate del tutto.

Mentre l’obbligo di 12 vaccini  per poter essere ammessi a scuola è appena diventato legge, tra mille polemiche certamente non ancora sopite, l’ordine dei medici sembra stia prendendo un’ulteriore ferma decisione al riguardo, espellendo quei medici che platealmente si sono sempre mostrati contrari, ed anzi hanno fatto un’agguerrita propaganda contro le vaccinazioni.

Nello specifico, l’Ordine di Milano ha deciso per la linea dura e il medico no-vax Dario Miedico è stato radiato con una decisione presa all’unanimità dai quindici membri della commissione che il 20 maggio lo ha ascoltato.

Miedico è uno dei firmatari della lettera che esprimeva perplessità sulle vaccinazioni pediatriche, lettera firmata tra gli altri anche da Roberto Gava, il cardiologo radiato un mese fa dall’Ordine di Treviso.

“Sui vaccini ormai si è scatenata una caccia alle streghe – ha detto Miedico – oggi colpiscono me, con cose che non esistono, per mettere paura ai tanti medici perplessi su questo tema. Io non sono assolutamente contro i vaccini, sono però fermamente contrario all’obbligo vaccinale, da cui emergono tutti i danni che ho visto in questi anni. Ma sarebbe stupido essere contro i vaccini a prescindere, hanno avuto un ruolo importante e ce l’hanno ancora, perlomeno in certi Paesi”.

Miedico ha aggiunto di non essere sorpreso della decisione che lo ha colpito: “Me l’aspettavo. L’accusa è molto pesante, d’altronde  il clima è questo, specie dopo il decreto Lorenzin. E’ una decisione indicativa di un atteggiamento drastico nei confronti delle vaccinazioni. Certe affermazioni sui vaccini le faccio da 40 anni e in 40 anni ero stato convocato due volte che finirono con la questione archiviata. Oggi invece vengo radiato. E’ tutto pretestuoso”.

Alla fine certamente farà anche ricorso: “Lo farò sicuramente, ma non farò solo quello – spiega il medico – con l’associazione Medicina democratica faremo tutte le iniziative necessarie anche contro il decreto del governo sui vaccini: perché non credo sia casuale che la mia radiazione arrivi adesso”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Sindone, il sangue è di una persona torturata

Sono migliaia di anni ormai che il mistero permane, e del resto…

Ridurre le rughe: ecco la differenza tra filler e botox

Sempre più uomini e donne, ormai indistintamente anche dal sesso, si rivolgono…