Vasco Rossi continua la lotta al bagarinaggio online

Vasco Rossi è senza dubbio uno che ci mette la faccia e non si tira mai indietro, ed infatti è quello tra gli artisti italiani che più si è esposto contro il fenomeno del secondary ticketing, per cercare di evitare che i suoi fans, per vedere un suo live, siano costretti a sborsare cifre esorbitanti.

Vasco anche in queste ore sta continuando la sua battaglia contro il «bagarinaggio» online. Best Union company ha inviato lettere formali di diffida a Viagogo e Ticketbiz, per richiedere l’immediata rimozione di ogni riferimento alla messa in vendita di biglietti del concerto di Vasco Rossi `Modena…Modena Park´ sugli stessi portali.

Lo ha comunicato la società in una nota, precisando che “tali dichiarazioni sono evidentemente prive di fondamento, dal momento che, ad oggi, nessun ticket è stato emesso per l’evento”.

Vivaticket quindi è l’unica rete autorizzata per la vendita dei biglietti del concerto in programma il 1° luglio prossimo al parco Ferrari di Modena, e che solo sul sito vivaticket.vascomodena.it e nei punti vendita Vivaticket si può avere la certezza che il titolo acquistato sia valido per l’accesso al concerto.

I biglietti per il concerto saranno messi in vendita dalle 10 del 27 Gennaio e saranno nominali e tracciabili.

Si potranno fare massimo due transazioni con una carta di credito comperando ogni volta al massimo sei biglietti (costi dai 50 ai 75 euro, a seconda del settore). I biglietti più cari, cioè quelli dai 65 ai 75 euro, non saranno comunque venduti tutti in una volta ma a lotti.

Potrebbero interessarti

Il miglior stilista del 2015 è l’italiano Alessandro Michele

Se nel cinema si vincono Oscar e Leoni d’Oro, nel campo della…

Bebe Vio, vivere anche il dramma con un sorriso

Atleta di straordinaria bravura, ragazza simpatica e sempre affabile, da poco anche…