Venduta all’asta la celebre batteria di Ringo Starr

Aggiudicarsi un oggetto personale dei propri beniamini è il sogno di ogni fans: se molti si accontenterebbero anche di un fazzoletto usato o di un gadget di scena lanciato dal palco, alcuni possono permettersi di partecipare ad aste milionarie, per poter avere oggetti divenuti quasi “storici”, simboli di un’epoca e di un’intera mitologia.

Jim Irsay, proprietario della squadra professionistica di football americano degli Indianapolis Colts, si è ad esempio aggiudicato un pezzo più unico che raro: per 2,2 milioni di dollari, pari a poco più di 2 milioni di euro, si è portato a casa la batteria utilizzata da Ringo Starr per registrare alcuni dei primi successi dei Beatles.

La batteria rientrava negli 800 pezzi che la casa Julien’s Auctions ha messo all’asta nei giorni scorsi a Beverly Hills. Oggetti appartenuti al batterista dei Beatles o alla moglie, l’attrice Barbara Bach.

Starr utilizzò la batteria andata all’asta in più di 200 concerti tra il maggio 1963 e il febbraio 1964 e nella registrazione di successi come ”Can’t Buy Me Love”, ”She Loves You”, ”All My Loving” e ”I Want to Hold Your Hand”.

Nella stessa sta venduta anche una chitarra Rose-Morris Rickenbacker del 1964, soprannominata “The Beatle Backer”, posseduta da John Lennon e successivamente regalata a Ringo, aggiudicata per 910 mila dollari (quasi 900 mila euro).

Next Post

Wikipedia, spazio all’intelligenza artificiale per garantire la qualità

L’enciclopedia online più famosa e utilizzata al mondo Wikipedia, ha deciso di aprirsi a nuove frontiere: a breve la qualità del sito verrà affidata a un programma di intelligenza artificiale; il suo nome è ORES ed è stato sviluppato dal ricercatore di Wikimedia Foundation Aaron Halfaker; l’annuncio è stato dato […]
Wikipedia intelligenza artificiale