Venezia, invasione di turisti? Ci pensa il conta-persone

Eleonora Gitto

A Venezia contro l’invasione di turisti che soffoca la città: arriva il conta-persone.

Venezia vive ormai da decenni una propria stridente contraddizione. Una parte consistente dei cittadini, per lo più giovani, tende ad andarsene; una sempre più consistente quota di turisti tende invece a invaderla ormai quotidianamente.

Nel centro storico restano gli anziani. Per le strade quasi esclusivamente turisti. La città intesa come comunità di cittadini locali, ormai sostanzialmente non esiste più.

Esiste solo la città intesa come turismo, con tanti soldi che entrano ma anche con mille problemi.

Così il Sindaco Luigi Bugnaro, una specie di guappo istituzionale che riesce alle riunioni a litigare perfino con i ragazzini, decide di inventarsi il conta-persone per regolare l’afflusso dei turisti.

I dispositivi saranno collocati in alcune aree strategiche come il ponte di Calatrava, all’ingresso della città, e i tre ponti di Rio Novo, oltre ad alcuni altri punti strategici.

Al grido di Prima i Veneziani poi turisti, si mobilitano tutti, compresa la Giunta, che pare però non sappia che pesci pigliare, di fronte a tanta confusione.

E intanto la città continua a spopolarsi e fra un po’ rimarranno solo gli anziani.

Next Post

Cesena, donna muore dopo aver mangiato del Sushi

Cesena, una donna mangia del Sushi, si sente male e muore. Il Sushi è pesce crudo, e qualche volta il pesce non cotto può dare problemi anche seri. La sera di qualche giorno fa, un’intera famiglia originaria del Marocco decide di andare fuori a cena. Vanno in un locale di […]
Cesena, donna muore dopo aver mangiato del Sushi