Nina Moric e la battuta fraintesa contro i molisani

Non è certo nota per la sua pacatezza e i suoi modi “delicati”, anzi: Nina Moric spesso e volentieri si è lasciata andare a sfuriate pubbliche, senza lesinare accuse a destra e a manca, utilizzando anche un linguaggio non proprio adatto a una donna e soprattutto a un personaggio pubblico, che dovrebbe dare il buon esempio.

C’è da dire però che la Moric è spesso attaccata, per ogni suo comportamento, e quindi ci sta anche che ogni tanto perda le staffe, anche se comunque il suo ultimo attacco, generalizzato contro un’intera popolazione, non è certo giustificabile.

“Quelli che commentano con insulti irripetibili vivono tutti in Molise. State lontani è un posto bruttissimo”: con queste parole Nina ha scatenato le ire di molisani e italiani in generale, che l’hanno attaccata senza remore sui suoi profili social.

Nina Moric in realtà ha ironizzato sui tanti “leoni da tastiera” che la insultano sui social: la modella ha spiegato di non averli mai incontrati nella vita reale e dunque, ha ipotizzato che vivessero in Molise, l’unica parte d’Italia che non ha mai visitato.

Dopo decine e decine di attacchi per la sua “frase” fraintesa, ha cercato di chiarire con un nuovo post su Facebook: “Ma secondo qualcuno questa è una cosa possibile? Cioè secondo voi ero seria? Ce l’avevo con i leoni da tastiera, che insultano dietro ad un Pc, un telefono o un tablet. Mica con una regione descritta anzi spesso come una delle più tranquille d’Italia..”.

E ha chiosato: “Gli unici che mi stanno sulle palle sono i bigotti, i finti perbenismi, gli imbecilli e i codardi e so bene anzi benissimo che non hanno né età né razza né regione…Ce ne sono dappertutto. Che poi per quanto è piccolo il Molise, fidatevi che tutti quelli che scrivono insulti, nemmeno possono starci, per ragioni di spazio”.

Next Post

La maratona spaziale di Tim Peake

Impresa spaziale per l’astronauta Tim Peake che ha corso la maratona di Londra a bordo della ISS. Il 24 aprile Tim Peake ha portato a termine la maratona di Londra. L’impresa non avrebbe nulla di così eccezionale se non fosse per il fatto per nulla trascurabile che il buon Peake i […]
La maratona spaziale di Tim Peake