Abuso di posizione dominante, nuove accuse per Google

Dopotutto i computer sono programmati attraverso degli algoritmi, estremamente complessi ma comunque ideati e fatti funzionare dall’uomo, quindi non deve affatto stupire che quando si effettuano delle ricerche online, i risultati, in primis quelli che appaiono per primi, non siano affatto frutto di un ordine casuale.

E proprio per questo motivo Google è entrata nel mirino dell’Antitrust: il motore di ricerca infatti è accusato di abuso di posizione dominante, cioè di sfruttare il proprio dominio nel campo delle ricerche per propinare a chi effettua una ricerca i risultati a lui graditi, sfavorendo i diretti avversari.

L’Antitrust UE, dopo aver ufficializzato l’apertura della procedura contro Google il 15 aprile scorso, accusando l’azienda proprio di abuso di posizione dominante, aveva concesso al motore di ricerca di Mountain View dieci settimane di tempo per rispondere, ma ora gli ha concesso una proroga, fino al 17 agosto.

Se Google quindi ha più tempo per lavorare alla sua difesa, le accuse a suo carico si aggravano. Il sito Yelp ha infatti consegnato uno studio molto dettagliato sulle presunte pratiche anti concorrenziali di Google.

Lo studio è stato condotto da  Tim Wu, praticamente un guru per chi si occupa di antitrust, copyright e telecomunicazioni, nonché ideatore della locuzione “network neutrality”, ed ha dimostrato che Google non ha calibrato il proprio motore per rendere il miglior servizio a utenti e commercianti, ma per promuovere i propri prodotti a discapito della concorrenza.

Certo lo studio non va preso per oro colato, dato che è stato commissionato da Yelp, che è diretto concorrente di Google stesso, ma di certo non migliora la posizione del colosso, che già deve vedersela a breve con l’Antitrust.

Loading...
Potrebbero interessarti

Social network, gli adolescenti vi accedono da smartphone

In Italia il leader indiscusso per l’accesso alla rete da parte dei…

Google Pixel 2 XL: l’azienda indaga sulle bruciature dello schermo

Secondo quanto riferisce l’autorevole fonte di TheVerge, Google avrebbe avviato una vera…