Apple Pay, da Cupertino direttamente in Italia

Eleonora Gitto

Arriva finalmente direttamente da Cupertino, Apple Pay arriva anche in Italia.

Era molto tempo che si aspettava l’app della Mela, e finalmente l’attesa è quasi finita.

Apple Pay, la famosa applicazione per pagare con lo smartphone in men che non si dica, sta per arrivare pure nel nostro Paese.

Lo conferma direttamente Apple, che ha appena aggiornato il proprio sito ufficiale, fornendo notizie sulle modalità di funzionamento del servizio, nonché sulle banche italiane coinvolte inizialmente nell’operazione.

Anche se la data di inizio del servizio non è stata ancora decisa con precisione, probabilmente si tratta di giorni o al massimo qualche settimana.

I circuiti cui Apple Pay sarà inizialmente collegata, sono Visa e Master Card, mentre gli istituti bancari sono UniCredit, CarreFour Banca e Boon.

La tecnologia che viene usata per mettere in contatto lo smartphone col lettore è quella NFC.

Il servizio di pagamento Apple Pay è operativo ormai da un paio di anni negli Stati Uniti. Al momento è disponibile in molti altri Paesi.

Si tratta di una modalità di pagamento che può risultare ostica per molti, ma non c’è dubbio che anche questo fa parte del futuro.

E i più giurano che questo modo di pagare non è meno sicuro di una normale carta di credito.

Next Post

Inaf, undici miliardi di anni luce per galassie giovani

  L’inaf fa sapere che le galassie giovani sono a undici miliardi di anni luce da noi. Sono molto, molto distanti da noi, una distanza quasi inimmaginabile: 11 miliardi di anni luce. Vuol dire che la luce di queste galassie ha impiegato 11 miliardi di anni per arrivare fino a […]
Inaf, undici miliardi di anni luce per galassie giovani