Area 51, ci sarebbe una città intera nel sottosuolo

Una città sotterranea si trova sotto l’Area 51 che potrebbe cambiare efettivamente il corso della storia se fosse finalmente svelata dai militari americani, ha affermato un cospiratore.

Per decenni, i cacciatori di alieni e i cosiddetti cercatori di verità sono stati alla disperata ricerca di ciò che si trova nella segreta base dell’aeronautica degli Stati Uniti nel deserto del Mojave, Nevada, USA.

I teorici della cospirazione credono che le forme di vita aliene del famigerato incidente di Roswell si trovino all’interno dei suoi terreni e che il governo degli Stati Uniti stia usando la tecnologia extraterrestre per sviluppare la prossima generazione di armi.

Hanno usato filmati ripresi nella regione negli ultimi anni come “prova” delle loro affermazioni.

Un video, che è emerso questa settimana , ha mostrato come due luci misteriose sono apparse “sopra la base” due volte in due giorni.

In passato, sembra al di sopra della famosa Area 51, sono stati segnalati tantissimi avvistamenti e persino jet USAF che si sarebbero scontrati con velivoli non terrestri.

Ma un noto teorico ha affermato che ciò che si vede attualmente nell’area 51 è “solo la punta dell’iceberg“.

Blake Cousins ​, che gestisce un canale YouTube, ha riferito al Daily Star Online di come “ex lavoratori dell’area 51” gli abbiano rivelato che c’era una “città sotterranea” sotto la base.

Uno dei presunti ex addetti dell’Area 51 ha rivelato: “Se una persona o un gruppo di persone fossero in grado di entrare e aprire le porte dei livelli sotterranei, si troverebbero davanti ad un’enorme città sotterranea che non è mai stata vista prima sul nostro pianeta“.

Questo è qualcosa di così grande che l’Area 51 a livello del suolo è solo la punta dell’iceberg. Il livello sotterraneo dovrebbe essere almeno 50 piani più in basso, da quello che so, e si estende fino all’Oceano Pacifico e ad altre parti degli Stati Uniti.”

È inimmaginabile per me spiegare quanto sia grande quello spazio”, ha aggiunto.

Blake afferma anche che gli ex impiegati erano in contatto con un “alieno” alla base noto come J-rod.

Era un essere alieno che è stato portato lì dallo schianto di Roswell“, ha aggiunto.

E ha detto a questo sito che la base non è gestita solo dagli Stati Uniti ma da una “coalizione internazionale“.

Ma il teorico della cospirazione ha ammesso che è altamente improbabile che le persone siano in grado di arrivare vicino alla base, in particolare, dato l’avvertimento dell’esercito, spareranno a chiunque ci provi.

Loading...
Potrebbero interessarti

Danimarca vuole confinare i migranti su un’isola

Se, quando avete letto il titolo, vi è sembrato di fare un…

I regali più offensivi mai ricevuti, ecco cos’hanno condiviso gli utenti

Sono tante le persone che hanno condiviso in rete i regali di…