Ariana Grande, strepitoso successo a Roma senza nessun intoppo

Nelle scorse ore si è tenuta la prima tappa italiana del Dangerous Woman Tour: migliaia di fans accalcati per vedere Ariana Grande, per far vincere la musica sul terrore scatenato dagli attentati di Manchester.

La cantante ventitreenne di Boca Raton (Florida) – ma con origini siciliane e abruzzesi – ha riabbracciato il suo pubblico dopo due anni: era stata infatti in Italia nel 2015, a Milano, con il suo Honeymoon Tour.

La paura non ha certo fermato il pubblico di Roma: bambini accompagnati da genitori che spesso per farli contenti indossavano le fasce con il nome della cantante, una valanga di adolescenti, soprattutto ragazze arrivate con poster colorati e i cerchietti con le orecchie da coniglietto.

“Ciao Roma! Vi amo”: i fan, grandi e piccini, esplodono in un grido di festa, che rimbomba in un Palalottomatica sold-out.

Sul grande schermo dietro di lei il disegno che riprende il suo famoso cerchietto con le orecchie da coniglietto diventato il simbolo di One Love Manchester, il concerto benefico che ha tenuto per le vittime dell’attentato e lei al centro palco che canta con la voce spesso dalle lacrime ma sempre potente ‘Over the rainbow’.

Un’ora e mezza di gioia e allegria, di musica e selfie, di torce dei cellulari accese nei momenti clou, di balli e canti, di divertimento e urla, iniziate poco dopo le 21 e concluse poco dopo le 22,30, senza tensioni o problemi nemmeno al deflusso del pubblico.

La scaletta costruita alternando i successi pop più scatenati (tra gli altri ‘Break free’ e ‘Into you’) ha dato spazio anche a momenti più intimi e intensi con brani come ‘Moonlight’ e un finale sontuoso con ‘Dangerous Woman’.

Lo show è elegante e ben studiato, Ariana Grande è in scena con dieci ballerini, su un palcoscenico spoglio, solo due scale che si compongono in varie forme durante lo show e un fondale bianco che si trasforma in schermo per giochi di luce, colore, proiezioni.

Scatenata a bordo di tacchi o zeppe chilometriche, Ariana ha una voce da quattro ottave che è inversamente proporzionale all’altezza, molto versatile e ambrata negli acuti e mai a disagio sui bassi.

Tra 10 giorni compie 24 anni ma esibisce un carisma come poche altre, a conferma che oggi il mercato under 18 è una vera miniera d’oro.

Next Post

Despacito è ormai diventata una hit in tutto il mondo

Uno dei più grandi successi commerciali di questi ultimi anni, nonché un case history dell’importanza sempre crescente che la musica latina sta ottenendo nel mondo: parliamo naturalmente di “Despacito”, la hit mondiale del portoricano Lusi Fonsi che continua a seminare successi in tutto il globo. Primo nelle vendite dagli Usa […]
Despacito hit in tutto il mondo