Assione, supercomputer pesa la materia oscura dell’universo

Eleonora Gitto

Assioni, come ti peso la materia oscura dell’universo.

Esiste la materia oscura, e di cosa è fatta? Dai calcoli che fanno gli astrofisici, basati su parametri gravitazionali ma non solo, risulta che una buona parte della materia dell’universo c’è, ma non si vede; o meglio, non è direttamente percepibile.

Bisogna trovare allora i modi e gli strumenti per far sì che questa materia oscura, per così dire, venga alla luce.

Ecco che allora si prende in considerazione un’ipotetica particella elementare leggerissima e che interagisce in maniera quasi insistente con l’altra materia.

Si chiama “assione” e sarebbe 10 miliardi di volte più leggera di un elettrone.

Un team di scienziati capeggiato dal famoso Andreas Ringwald, in uno studio pubblicato pure sulla rivista Nature, ha provato a pesare gli assioni con l’ausilio di un supercomputer.

Andreas afferma: “Trovare una prova dell’esistenza dell’assione e misurane il peso sarebbe estremamente utile per sapere che tipo di massa cercare”.

In base a questa ricerca, risulterebbe che l’universo contiene in media 10 milioni di assioni per centimetro cubo.

Questo significa ad esempio che la Via Lattea conterrebbe 1 trilione di assioni per centimetro cubo.

Next Post

Hype, arriva la nuova app per live-streaming

Twitter non ha fatto in tempo a tagliare l’app Vine, che già i suoi fondatori hanno rilasciato una nuova app per lo streaming video. A creare la nuova app Hype sono stati Colin Kroll e Rus Yusupov, co-fondatori di Vine. I due ideatori se dopo il taglio di Vine hanno […]
Hype, arriva la nuova app per live-streaming