Bancomat: 1 agosto voglio prelevare, no non puoi

Un fine settimana, il prossimo, che si preannuncia a dir poco spinoso per chi avrà bisogno di denaro contante: come già ampiamente preannunciato a inizio mese, ci sarà lo sciopero nazionale dei portavalori, il prossimo 1 e 2 agosto, e questo potrebbe lasciare a secco i distributori di cash.

Lo sciopero dei dipendenti del trasporto valori è stato indetto dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs per sollecitare un avanzamento dei negoziati sul rinnovo del contratto nazionale di settore, scaduto nel 2015: in tutto incroceranno le braccia i 70mila addetti della vigilanza privata e dei servizi fiduciari.

 

A pagarne le conseguenze soprattutto i pensionati, che proprio in quei giorni si vedono accreditare la pensione, ed in generale coloro che ricevono lo stipendio ad inizio mese.

Abbiamo provato a scongiurare lo sciopero sin da giugno, ma la trattativa non si è sbloccata», racconta Sandro Pagaria, responsabile nazionale della Filcams Cgil. “Il contratto è scaduto da 43 mesi e le controparti datoriali non riescono a trovare una sintesi tra loro“.

Le banche intanto si stanno già muovendo, come Banca San Paolo che ha inviato un’email ai propri clienti avvisandoli che giovedì e venerdì “il prelievo di contanti alle Casse veloci automatiche e in filiale potrebbe non essere disponibile”.

Next Post

La verità su Saddam Hussein: stava aprendo un portale degli alieni

La vera ragione della guerra in Iraq? Saddam Hussein aveva un portale stargate sul mondo alieno. Le armi di distruzione di massa del dittatore Saddam Hussein, sono state una delle ragioni principali dell’invasione dell’Iraq da parte dell’amministrazione George W. Bush nel 2003. Ma quelle armi non furono mai trovate realmente e le discutibili basi […]
La verita su Saddam Hussein un portale degli alieni