Bari, i droni nel regolamento comunale per la videosorveglianza

Eleonora Gitto

A Bari è stato approvato dal consiglio comunale il regolamento per la videosorveglianza: telecamere e droni.

L’assessore ai Lavori Pubblici del Comune, Giuseppe Galasso, in proposito ha precisato: “Le immagini che arrivano da droni potrebbero essere usate per eventi importanti e affollati come la festa di San Nicola o il maxi concerto di Capodanno”.

“Certo, è difficile poter immaginare un drone che voli h24 sulla città: non è un’operazione facile perché si tratta di un piccolo velivolo che viene pilotato da persone con un brevetto e il volo necessita di autorizzazioni speciali. Può avere senso invece, prosegue Galasso, ipotizzarne l’uso in occasione dei grandi eventi per questioni di sicurezza e di protezione civile: penso a un grande concerto in piazza o a una partita importante allo stadio e alla necessità di far defluire le persone in sicurezza”.

Il regolamento, approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale, prevede anche la possibilità di monitorare punti specifici della città di Bari, anche ovviamente tramite telecamere.

Incroci particolarmente trafficati, discariche abusive, scuole di periferia e uffici comunali, potrebbero essere i luoghi di maggiore interesse in questo senso.

Infine, sono previste webcam, ma solo per scopi di natura turistica, da installare presso monumenti, palazzi e luoghi ad alta valenza culturale, che proietteranno le immagini su un sito web istituzionale.

Next Post

Mick Jagger lascia la giovane fidanzata incinta

Qualche settimana fa la notizia è rimbalzata su tutti i principali tabloid del mondo: Mick Jagger, all’età di 73 anni, sarebbe diventato nuovamente papà. Una notizia già di per se abbastanza particolare, per un uomo che nella sua lunga vita non si è certo risparmiato in amore, collezionando una fiamma […]