Bayer sotto accusa la pillola anticoncezionale provoca trombosi

Ancora una volta è una grande e nota casa farmaceutica ad essere nell’occhio del ciclone e la notizia è importantissima perché potenzialmente milioni di donne potrebbero essere state messe in serio pericolo dall’uso del medicinale sotto accusa.

Un centinaio di donne hanno denunciato la Bayer: la denuncia è stata partita dallo Studio Legale Calvetti di Treviso, per conto dell’Associazione Salute&Diritto poiché è stato riscontrata la presenza, seppur in dosi diverse, del Drospirenone, all’interno delle pillole anticoncezionali Yasmin, Yaz e Yasminelle.

Una delle donne che ha denunciato, una donna di 36 anni di Verona, sembra si trovi in uno stato di coma vegetativo da circa 10 anni. La causa è sempre l’assunzione delle suddette pillole prodotte dalla Bayer. Un caso analogo è quello già avvenuto negli Stati Uniti. In seguito all’accaduto, la Bayerha dovuto versare circa 142 milioni di dollari per risarcire le innumerevoli vittime di infarti o ictus a causa del prodotto.

«Chiediamo – precisa l’avvocato trevigiano – che la procura indaghi e accerti l’operato di Bayer in relazione alle pillole anticoncezionali Yasmin e Yaz e che risarcisca il danno alle donne coinvolte. Ma chiediamo anche alla federazione europea per la salute che disponga l’immediata sospensione e distribuzione del farmaco».

Next Post

Gli album più amati nel 2015 parlano italiano

Nonostante il 2015 sia ormai andato via da una decina di giorni, c’è ancora tempo per qualche bilancio finale, e stavolta tocca alla musica, ed in particolare agli artisti che più sono stato apprezzati e ascoltati nell’anno appena concluso. La classifica degli album più venduti nel 2015 parla italiano: nella […]