La dieta della mela per dimagrire in pochi giorni

Redazione

La nostra dieta mediterranea sembra, dagli ultimi studi,  abbia dato riscontri negativi per la nostra salute, dunque cos’altro c’è di più sano se non la frutta? In particolar modo parliamo della mela quella che “toglie il medico di torno”, questo frutto che riesce non solo a depurarci ma anche, e soprattutto, ad aiutarci a dimagrire e riesce persino a farci perdere diversi chili in pochi giorni.

L’alimento principale di questa particolare dieta è infatti la mela, questo frutto contiene il giusto rapporto di zuccheri, carboidrati, acqua e fibre, ma la mela contiene anche vitamina C e potassio, il giusto riconoscimento lo riscontriamo nell’antico proverbio “una mela al giorno toglie il medico di torno”.

Oggi oltre al medico, possiamo affermare che la mela toglie anche qualche chilo di troppo da torno, si parla infatti di 4 chili in sole due settimane, visto che, tra l’altro, questo frutto permette di avere un senso di sazietà ma con pochissime calorie, siamo intorno ad un massimo di 55/60 calorie.

Dieta della mela: tutte le informazioni su questo frutto

dieta della mela

D’altronde la mela è un frutto più destagionalizzato (lo si trova tutto l’anno) e ciò richiede la presenza di impianti che provvedono alla conservazione e ne distribuiscano la disponibilità su di un ampio arco di tempo. La maturazione naturale varia da fine agosto a metà ottobre. La disponibilità alla conservazione naturale dei frutti è drasticamente diversa nelle differenti varietà; dati gli elevati contenuti in acidi organici, di norma la conservazione va da uno a quattro mesi. Nella conservazione industriale sono importanti le condizioni fisiche in cui questa avviene. Dopo il raccolto, i frutti sono conservati a temperature da 1,0 a 3,5 °C con umidità relativa del 59-68%. Per conservazioni prolungate si ricorre a conservazioni in celle con atmosfera controllata (più ricca di CO2).

Ci sono varie tipologie legate alla dieta della mela, la più utilizzata è quella basata su due pasti giornalieri, in pratica pranzo e cena, nei quali ovviamente vanno consumate le mele, in una delle varianti si consiglia anche fino a 4kg di mele al giorno.

Naturalmente le mele possono essere consumate anche in modo diverso, ad esempio gustando un bel succo di mela verde così come quello che era uno delle cene preferite dai nostri nonni ovvero le mele cotte.

Next Post

Internet: qual è la scelta migliore tra ADSL e Fibra ottica?

Ormai siamo così “connessi” attraverso la rete internet che, se una mattina ci svegliassimo e ci ritrovassimo senza alcuna connessione, come se fossimo nel 1987, saremmo persuasi che l’Apocalisse sia arrivata. Stiamo davvero perdendo il contatto con chi ci circonda, trasformando le persone in un avatar di se stessi? Non […]