Bologna, uomo uccide la madre ultraottantenne

Un gesto folle, inspiegabile per la maggior parte delle persone, ma per lui assolutamente giustificabile: per lui la presenza della madre era diventata talmente insopportabile, le sue cure talmente ingestibili, da arrivare a ucciderla.

Bruno Grandi, 58 anni, geometra, che viveva con la madre in via Salgari 3 al Pilastro ha confessato tutto davanti agli agenti della Squadra mobile: l’uomo ha strangolato la genitrice ultraottantenne.

A scatenare il raptus di follia l’ennesimo rifiuto della madre di mangiare, mentre lui come ogni sera la imboccava: da tempo infatti la signora viveva sul divano, dato che a causa dell’età aveva problemi a muoversi e a essere autosufficiente.

Inizialmente la morte della donna era sembrata un decesso per cause naturali, ma gli investigatori della Squadra mobile hanno avviato accertamenti e alla fine l’uomo è crollato sotto il peso della sua colpa.

Se solo avesse chiesto aiuto, probabilmente questa tragedia si sarebbe potuta evitare.

Next Post

Targa estera, attenzione alla novità contenuta nel decreto sicurezza

Mentre gli italiani onesti si svenano per mantenere la propria automobile pagando regolarmente tutte le varie tasse ed imposte, assicurazione, bollo e chi più ne ha più ne metta, ci sono tanti purtroppo che giocano con escamotage ai limiti del legale. Nello specifico presto subiranno una dura repressione i “furbetti […]