Bologna, uomo uccide la madre ultraottantenne

Un gesto folle, inspiegabile per la maggior parte delle persone, ma per lui assolutamente giustificabile: per lui la presenza della madre era diventata talmente insopportabile, le sue cure talmente ingestibili, da arrivare a ucciderla.

Bruno Grandi, 58 anni, geometra, che viveva con la madre in via Salgari 3 al Pilastro ha confessato tutto davanti agli agenti della Squadra mobile: l’uomo ha strangolato la genitrice ultraottantenne.

A scatenare il raptus di follia l’ennesimo rifiuto della madre di mangiare, mentre lui come ogni sera la imboccava: da tempo infatti la signora viveva sul divano, dato che a causa dell’età aveva problemi a muoversi e a essere autosufficiente.

Inizialmente la morte della donna era sembrata un decesso per cause naturali, ma gli investigatori della Squadra mobile hanno avviato accertamenti e alla fine l’uomo è crollato sotto il peso della sua colpa.

Se solo avesse chiesto aiuto, probabilmente questa tragedia si sarebbe potuta evitare.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Vigonza, stroncato da un infarto mentre cammina per la salute

Nel Parco Castello dei Da Peraga di Vigonza, Padova, un 68enne è…

Comiso, cronaca di una rapina annunciata su Facebook

Ci scusi il grande Gabriel García Márquez se abbiamo parafrasato il suo…

Torino, scandalo all’Università: professore pretende certe prestazioni

Scandalo all’Università di Torino un professore è accusato di ricattare una studentessa:…

Roma, i parcometri e pasticci dell’Atac

Roma, altri inenarrabili pasticci combinati da Atac con i parcometri, con gli…