Carrie Fisher, un’assicurazione frutta alla Disney 50 milioni

La sua scomparsa improvvisa, seguita a poche ore di distanza anche da quella di sua madre, ha sconvolto i suoi tantissimi fans sparsi in tutto il mondo, ma in queste ore si viene a scoprire che la morte di Carrie Fisher, la principessa Leila di Guerre Stellari, ha però portato 50 milioni di dollari nelle casse della Disney, proprietaria della Lucasfilms e dei prodotti del marchio Star Wars.

La compagnia, che ha acquistato Lucasfilm nel 2012, aveva stipulato una polizza con i Lloyds di Londra per proteggersi in caso la Fisher non fosse in grado di ultimare la trilogia di Star Wars. E lei, se è riuscita a finire tutte le scene di Star Wars: Episode VIII, non è riuscita a girare Star Wars: Episode IX.

Premio del resto giustificato dalle ripercussioni che l’eventuale dipartita della celebre attrice avrebbe avuto sulla saga.

Ora resta da capire come farà la Disney a sostituire la sua Principessa Leila: se naturalmente è troppo presto per avere dettagli certi, la casa di produzione potrebbe modificare i suoi piani per farla uscire di scena, oppure potrebbe prevedere l’utilizzo di una controfigura digitale in Episodio IX.

Next Post

Paola Saulino è pronta a mantenere la sua promessa hot

Non avevamo avuto sue notizie dall’ultimo servizio delle Iene, quando aveva deluso le aspettative dell’inviato della trasmissione satirica, non concedendo quanto promesso qualche settimana prima. Stiamo parlando di Paola Saulino, giovane e intraprendente aspirante attrice partenopea, che aveva fatto parlare di se alla vigilia del referendum dello scorso 5 dicembre, […]
Paola-Saulino-pronta-a-mantenere-la-sua-promessa-hot