Ceretta araba, un modo “dolce” per depilarsi
Ceretta araba un modo dolce per depilarsi

Oggi è il primo giorno d’estate e ufficialmente è tempo proprio per tutti, lavoro e impegni vari permettendo, di andare al mare per la prima tintarella.

Questo comporta naturalmente il doversi scoprire completamente, con i “soliti” dilemmi: quest’anno riuscirò a superare la prova costume?

E soprattutto sono perfettamente depilata?

Per quest’ultimo dilemma, se non si è ancora provveduto e si vuole cercare un diversivo alla consueta ceretta bollente, che non sempre è agevole da fare a casa, si può provare la più “dolce” ceretta araba.

Dalle origini antichissime, tanto che pare la usasse addirittura Cleopatra, la ceretta araba viene fatta con zucchero, acqua e limone, e in alcuni casi – per renderla ancora più delicata – la sua ricetta prevede anche l’aggiunta del miele.

Una volta raffreddato il composto preparato con tali ingredienti, è possibile procedere all’applicazione della pasta direttamente con le dita, oppure con l’ausilio di un bastoncino di legno e procedere strappando la pasta nel senso opposto alla direzione di crescita dei peli, come del rest si fa anche con la cera tradizionale.

Il procedimento si può ripetere anche dopo una decina di giorni, molto prima di una ceretta tradizionale ed è adatta a tutti i tipi di pelle.

Loading...
Potrebbero interessarti

Sigarette, nuovi rincari previsti per il 2019

Certamente alcol e fumo sono tra i vizi più diffusi tra gli…