Maree, fenomeno che effettivamente dipende dalla Luna

A tutti noi hanno insegnato già a scuola che la Luna è il satellite della Terra, un corpo che ruota intorno al nostro pianeta e con lui attorno al sole, ma non sempre è chiara la sua importanza.

Già ai suoi albori la Luna fu in grado di allungare la velocità di rotazione terrestre, portandola a compiere un giro completo attorno al proprio asse in 24 ore anziché 5, ma i suoi effetti benefici sulla terra sono tanti anche oggi ed uno tra tutti è il suo ruolo nella formazione delle maree.

Le maree sono periodici cambiamenti del livello del mare e sono dovute alla forza di attrazione che la Luna appunto e il Sole esercitano sulle masse d’acqua presenti sulla Terra. Esse si ripetono periodicamente due volte al giorno ogni sei ore circa.

La forza che provoca le maree risulta dalla non completa cancellazione di due forze opposte tra loro: l’attrazione gravitazionale esercitata dalla Luna sulla Terra, e la forza centrifuga dovuta alla rotazione della Terra intorno al centro di massa del sistema Terra-Luna.

In sostanza, sulla faccia rivolta verso la Luna l’attrazione lunare è lievemente maggiore, mentre la forza centrifuga è minore: questa differenza origina una forza risultante diretta verso la Luna. Naturalmente sull’altra faccia accade il contrario, quindi la forza risultante punta nel verso opposto.

Volendo di molto semplificare, sotto l’influenza della gravità lunare l’acqua che è rivolta verso la Luna si solleva e forma un rigonfiamento perché è attratta con una forza maggiore di quanto accade nel resto del globo.

Next Post

Ceretta araba, un modo “dolce” per depilarsi

Oggi è il primo giorno d’estate e ufficialmente è tempo proprio per tutti, lavoro e impegni vari permettendo, di andare al mare per la prima tintarella. Questo comporta naturalmente il doversi scoprire completamente, con i “soliti” dilemmi: quest’anno riuscirò a superare la prova costume? E soprattutto sono perfettamente depilata? Per […]
Ceretta araba un modo dolce per depilarsi