Che fa ora Samsung con le batterie del Galaxy Note 8?

Eleonora Gitto

Che fa ora Samsung con le batterie del Galaxy Note 8?

Certo che adesso la casa sudcoreana deve fare molta attenzione, non può permettersi altri clamorosi errori.

Con le ultime precedenti versioni del Galaxy Note, ha rischiato seriamente di vedere compromessa la propria reputazione.

A fronte dei surriscaldamenti e in diversi casi delle esplosioni delle batterie, c’è stato un calo complessivo delle vendite di cui Samsung sta subendo tuttora gli effetti.

Sembra, dunque, che la famosa azienda abbia deciso di cambiare registro, vale a dire utilizzare le batterie della famosa LG Chemical, a partire dal Samsung Galaxy Note 8, ultimo arrivato della serie.

Proprio in questi giorni, tra l’altro, dovrebbe essere pubblicato un report completo che spiegherà i motivi per cui, in determinate circostanze, le batterie del Galaxy Note 7 potevano esplodere.

Inizialmente Samsung riteneva che il surriscaldamento dello smartphone e le eventuali conseguenti esplosioni fossero dovute alle batterie della sussidiaria Samsung Sdi.

Ma il problema si era ripresentato anche con le batterie fornite dalla cinese Amperex Technology Limited.

Quindi la causa è probabilmente più strutturale. Comunque fra pochi giorni ne sapremo di più, quando avremo un rapporto completo sulla problematica.

Next Post

Sarah Nile, riscoppia l’amore col suo ex fidanzato

Per incomprensioni reciproche, le storie d’amore, anche quelle più belle, possono finire, ma se il sentimento è vero e autentico, prima o poi la passione finisce per riaccendersi. Ed è quello che è accaduto alla bellissima Sarah Nile: la modella è stata fidanzata con Pierluigi Montuoro sino all’ingresso di lei […]