Il cioccolato ti fa restare in forma anche se lo mangi regolarmente
Cioccolato, consumarlo regolarmente per restare in forma

Quest’anno, più di 15.000 tonnellate di cioccolato sarebbero state consumate, approssimativamente, nel periodo di Pasqua, lo scorso anno, i volumi venduti, 15.180 tonnellate, sono leggermente aumentati siamo oltre l’1%, quando nel corso dell’anno sono diminuiti del 2,1% a 396,500 tonnellate. In totale, il mercato del cioccolato pasquale, che mediamente si concentra su cinque settimane, rappresenta 300 milioni di euro di vendite al dettaglio di massa, contro i 725 milioni di Natale, secondo i dati della rivista LSA.

In questo periodo è un alimento praticamente essenziale, lo ritroviamo nelle cosiddette “Uova di Pasqua” che tanto piacciono non solo ai più piccoli ma anche ai grandi, stiamo parlando del cioccolato, ma è proprio il cioccolato (o cioccolata che dir si voglia) che per molti diventa quasi una sorta di “senso di colpa” soprattutto quando se ne abusa, ma chi lo ha detto che non è possibile restare in forma e mangiarlo regolarmente? La nostra linea dunque, potrebbe non risentire assolutamente della nostra voglia di “cioccolato”.

Col terrore di vedere salire l’ago della bilancia dopo questi giorni di stravizi a tavola, almeno una buona notizia c’è: in barba alla credenza comune secondo cui mangiare cioccolata porta all’obesità, l’obesità potrebbe invece essere causata proprio dalla sua carenza.

Uno studio condotto da ricercatori della University of California guidati dalla Dottoressa Beatrice Golomb e pubblicato su Archives of Internal Medicine nel 2012, ripreso poi negli anni a seguire anche da altri colleghi, afferma l’incredibile “realtà”: chi mangia cioccolato regolarmente è più magro.

L’ipotesi dei ricercatori è quella che i benefici derivanti dal consumo quotidiano di una piccola quantità di cioccolato possono compensare l’alto valore calorico dello stesso. Per questo motivo hanno messo sotto esame le abitudini alimentari di un migliaio di adulti di entrambi i sessi residenti a San Diego.

Cioccolato, consumarlo regolarmente per restare in forma

Ed ecco l’incredibile risultato: chi mangia quotidianamente cioccolato ha un indice di massa corporea minore di chi ne fa uso meno frequentemente.

I nostri risultati sembrano aggiungersi ad altri secondo i quali è la composizione delle calorie, e non solo la quantità, che conta per determinare l’impatto finale sul peso”, ha affermato la Golomb. “Nel caso del cioccolato, questa è una buona notizia sia per coloro che mangiano il cioccolato regolarmente, sia per coloro che vogliono cominciare a farlo”.

Naturalmente fondamentale è la giusta quantità, perché come per tutte le cose a nuocere sono gli eccessi e l’assunzione senza limiti.

Ricordiamo che negli anni sono stati già tanti gli studi che hanno sottolineato i benefici della cioccolato e le sue proprietà benefiche per l’organismo umano.

Uno studio del 2003 promosso dell’Istituto Nazionale Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (Inran) di Roma sostiene che il cioccolato faccia anche bene al cuore. Solamente, però, quello amaro. I risultati infatti, hanno rivelato che quello fondente aumenta del 20% le concentrazioni di antiossidanti nel sangue.

Inoltre, secondo una ricerca dell’Università di Zurigo, pubblicata sulla rivista “Heart”, il cioccolato fondente potrebbe ritardare l’indurimento delle arterie in coloro che fumano. Limitando così il rischio di malattie cardiache anche gravi.

Uno studio condotto da ricercatori olandesi e pubblicato sugli Archives of Internal Medicine ha evidenziato che, in un campione di 470 uomini di età compresa tra i 65 e gli 84 anni e tenuti sotto osservazione per 15 anni, quelli che consumavano un certo quantitativo di cacao avevano un tasso di mortalità inferiore. Le persone che assumevano regolarmente cacao avevano valori più bassi di pressione arteriosa e, quindi, una minore esposizione ad eventi cardiovascolari quali infarto e ictus.

Il cioccolato stimola anche la produzione di serotonina e svolge, dunque, sul sistema nervoso un’azione eccitante ed antidepressiva. La serotonina è un ormone prodotto dal cervello che determina il buonumore. Quando la produzione non è sufficiente si rischia la depressione; moltissimi antidepressivi hanno proprio la funzione di normalizzare i livelli di serotonina. Il cioccolato svolge, quindi, un’azione antidepressiva naturale.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Psoriasi dalla laserterapia ai rimedi casalinghi

Per la maggior parte delle persone alle prese con prurito o forfora,…

I pistacchi sono ottimi alleati per la salute

Il pistacchio (Pistacia vera) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Anacardiaceae e del genere dei Pistacia. Il seme di…

Lebbra, manifestazioni in tutta Italia per la giornata mondiale

La lebbra è una malattia infettiva cronica causata dal batterio Mycobacterium leprae. Può colpire la…

Sale notevolmente il numero di prestiti per spese mediche

Se l’Italia, almeno sulla carta, ha un sistema sanitario pubblico che dovrebbe…