Come conservare correttamente l’acqua in casa

Redazione

La durata di conservazione dell’acqua e la sua qualità dipendono dal contenitore in cui è conservata.

Come conservare correttamente acqua in casa
foto@Pixabay

In determinate condizioni è possibile aver bisogno di conservare l’acqua potabile in casa, ma non tutti sanno che con il tempo si deteriora e diventa pericolosa per l’organismo.

Come conservare correttamente l’acqua potabile in casa

L’acqua potabile pulita è ora una delle risorse più importanti. Se decidi di fare scorta di acqua, impara come conservarla correttamente.

Con lo stoccaggio a lungo termine, l’acqua perde le sue qualità, quindi non dovresti conservarla per un periodo troppo lungo. I periodi consentiti di stoccaggio dell’acqua potabile dipendono dai contenitori utilizzati. Se acquisti acqua in bottiglia, presta sempre attenzione alla data di scadenza indicata dal produttore e non superarla.

Per preservare le proprietà dell’acqua potabile, si consiglia di conservarla a una temperatura non superiore a 25 gradi, ma non alla luce diretta del sole.

Dove conservare l’acqua

È meglio conservare l’acqua in un contenitore di vetro, può essere conservato fino a tre anni. Tuttavia, è difficile fare una grande scorta di acqua in barattoli di vetro, quindi questa opzione non è la più pratica.

Una piccola quantità di acqua (fino a 50 litri) può essere conservata in appositi contenitori di plastica con tappo a vite. E se hai bisogno di immagazzinare una grande quantità di acqua, allora è meglio usare contenitori di ricambio in plastica alimentare o metallo trattato in modo speciale. I contenitori in melamina sono i più pericolosi: sebbene siano estetici e durevoli, rilasciano sostanze nocive a contatto con l’acqua.

Se acquisti e conservi l’acqua in una bottiglia di plastica, presta attenzione alla sua composizione. I contenitori più sicuri sono le bottiglie in polietilene (PE) e polietilene tereftalato (PET). Ma il contenuto di bisfenolo A (BPA) e cloruro di polivinile (PVC) è irto del rilascio di tossine dopo 5-7 giorni. E il riutilizzo di tali contenitori è vietato.

Fonte: Glavred

Next Post

Gatto nero, da dove deriva la superstizione

Ci sono vecchie superstizioni legate ai gatti neri che vanno avanti addirittura da secoli. Alcune persone hanno paura dei gatti neri, anche se molti di loro non riescono a spiegare la loro paura. A quanto pare, queste paure non sono nuove; molte superstizioni sui gatti neri esistono da molto tempo. […]
Gatto nero da dove deriva la superstizione