Gatto nero, da dove deriva la superstizione

Redazione

Ci sono vecchie superstizioni legate ai gatti neri che vanno avanti addirittura da secoli.

Gatto nero da dove deriva la superstizione
foto@Pixabay

Alcune persone hanno paura dei gatti neri, anche se molti di loro non riescono a spiegare la loro paura. A quanto pare, queste paure non sono nuove; molte superstizioni sui gatti neri esistono da molto tempo.

Da dove hanno avuto origine le superstizioni sui gatti neri.

La paura dei gatti neri ebbe probabilmente origine in Grecia, dove i gatti di questo colore erano considerati i compagni delle streghe. Nella mitologia greca, c’era una dea Ecate, che poteva trasformarsi in un gatto, era la dea degli inferi.

Nel corso del tempo e dello sviluppo della mitologia, Ecate è stata associata alla stregoneria e alla magia, e con lei ha guadagnato cattiva fama e gatti neri. La gente ha iniziato a percepire i gatti neri come un segno di sfortuna, il che ha reso la vita molto difficile ai gatti per molti anni.

Una delle più antiche superstizioni sui gatti neri risale al 3000 a.C. in Egitto. Quando gli egizi iniziarono a coltivare, apprezzarono le capacità di caccia dei gatti, che proteggevano il grano da topi e ratti.

Gli egizi iniziarono a idolatrare i gatti e sostenevano che questi piccoli predatori avessero qualità soprannaturali. Questa adorazione dei gatti in Egitto è venuta alla ribalta: erano equiparati alle divinità e punivano severamente coloro che li danneggiavano.

Successivamente, la divinità Bast (o Bastet) apparve nella religione degli egiziani. Questa è l’antica dea egizia della gioia, del divertimento e dell’amore, della bellezza femminile, della fertilità, del focolare e dei gatti, che era raffigurata come un gatto o una donna con la testa di un gatto.

Questa dea era la protettrice dei gatti ed era proibito fare del male o uccidere un animale. Per questo motivo, alcuni storici ritengono che questi divieti, così come la protezione di Bast, abbiano indotto parte della popolazione a temere i gatti.

Le superstizioni legati ai gatti neri in tutti i Paesi

  • In Italia si credeva che se un gatto nero fosse saltato sul letto di un malato, sarebbe morto presto.
  • In Scozia, un gatto nero visto durante una veglia funebre o un funerale significava che uno dei presenti sarebbe presto morto.
  • In America vedere un gatto nero in sogno significava morte per un membro della famiglia.

In molte culture, un gatto nero che attraversa la strada porta sfortuna.

Fortunatamente, miti, leggende e credenze possono cambiare e cambiano. In tempi successivi in ​​​​Inghilterra e Scozia, l’apparizione di un gatto nero sotto il portico significava buona fortuna per il futuro.

Inoltre, una superstizione comune oggi è che se un gatto nero ha un pelo bianco, non dovrebbe essere strappato: questo significa che il gatto porterà fortuna, non guai.

Next Post

Perchè il ketchup schizza quando la bottiglia è quasi vuota

Gli scienziati hanno spiegato perché il ketchup schizza quando la bottiglia è quasi vuota. Due scienziati dell’Università di Oxford hanno presentato il loro lavoro intitolato “Dynamics of compressible displacement in a capiillary tube“, alla conferenza della Division of Fluid Dynamics dell’American Physical Society il mese scorso. Utilizzando modelli matematici e […]
Perche il ketchup schizza quando la bottiglia quasi vuota