Come distinguere tra coronavirus, raffreddore e allergia

Redazione

Le prime fioriture della primavera annunciano i mesi della febbre da fieno, quest’anno gli starnuti stagionali potrebbero provocare imbarazzo soprattutto in luoghi dove sono presenti altre persone.

Quando colpisce una congestione o un naso che cola, come si può sapere se si tratta di una reazione allergica, del comune raffreddore o del Covid-19.

Come dinstunguere tra coronavirus raffreddore e allergia

Sebbene le tre condizioni condividano alcuni sintomi comuni, come tosse, perdita dell’olfatto e mal di testa, ci sono segni rivelatori che si possa trattare di qualcosa di più pericoloso come il coronavirus.

Si mettono in evidenza tre sintomi che suggeriscono un’allergia o un raffreddore come starnuti, mal di gola e naso che cola, mentre dolori sono più probabili segni di Covid.

Il NHS informa che prurito agli occhi, naso, gola, bocca e orecchie sono sintomi comuni di febbre da fieno generalmente non sperimentati da chi soffre di Covid.

Inoltre, diffidare di una febbre, una tosse persistente e soprattutto la perdita dell’olfatto o del gusto, che potrebbero segnare l’insorgenza del coronavirus. Le persone che manifestano questi sintomi dovrebbero isolarsi da sole e prenotare un tampone.

Next Post

Diabete: I sintomi che non bisogna trascurare

I sintomi del diabete possono passare inosservati per anni e anni nelle sue fasi iniziali, poiché i segni più comuni di glicemia alta non corrispondono a problemi gravi inizialmente. Ci sono, tuttavia, alcuni sintomi chiave e “insoliti” del diabete nel corpo che non bisogna assolutamente sottovalutare. Il diabete è una […]
Diabete I sintomi che non bisogna trascurare