Coronavirus, cosa comporta bere alcol dopo il vaccino?

Redazione

Ci sono controindicazioni dopo la somministrazione del vaccino contro il coronavirus, come l’opportunità o meno di consumare alcol.

Coronavirus cosa comporta bere alcol dopo il vaccino

Lo Specialista in malattie infettive e microbiologia clinica Prof.Dr. Ayse Willka Topcu spiega che: “Il vaccino fino a 10 giorni di vaccinazione da 3 giorni prima dell’assunzione non dovrebbe essere assunto alcol“.

Affermando che è importante stare attenti in termini di livello di protezione del vaccino, viene spiegato: “Secondo alcune raccomandazioni, l’alcol non dovrebbe essere consumato 3 giorni prima della vaccinazione fino a 10 giorni dopo la vaccinazione“.

Quando viene prodotto il vaccino, le cellule del sistema immunitario del corpo vengono attivate e vengono prodotte sostanze che forniscono l’immunità contro quel virus. Queste cellule non possono entrare in scena quando c’è alcol nel sangue.

L’alcol interrompe la migrazione delle cellule del sistema immunitario. Pertanto, l’alcol può ridurre l’efficacia del vaccino” spiega lo specialista in malattie infettive e microbiologia clinica Prof.Dr. Ayse Willka Topcu.

Affinché l’alcol possa uccidere il virus, deve essere in una densità così alta. Tuttavia, quando c’è il 4 per mille di alcol nel corpo umano, una persona muore.

Non è possibile raggiungere quantità così elevate. L’alcol riduce il movimento delle cellule nel sistema immunitario del corpo. Interrompe il funzionamento del sistema immunitario.

Next Post

Gli angeli sono reali, lo conferma un esperto di sacre scritture

Gli angeli presenti nelle sacre scritture sono reali, lo afferma un esperto che riporta anche un aneddoto. Gli angeli esistono sulle pagine della Sacra Bibbia e nell’arte cristiana, ma cosa sappiamo di loro al di fuori del mito e della leggenda? Un esperto di scritture ha spiegato perché pensa che […]
Gli angeli sono reali lo conferma un esperto di sacre scritture