Coronavirus: Le punizioni più estreme per chi non indossa la mascherina
Le punizioni piu estreme per chi non indossa la mascherina

Paese che vai punizione che trovi, soprattutto se si tratta di infrangere le regole basilari per contrastare la diffusione del coronavirus, in alcuni paesi si utilizza il Taser o addirittura si spruzza sulle persone la candeggina, ma in certi casi arriva davvero alla punizione estrema.

Le persone che si rifiutano di indossare maschere per proteggere gli altri dal coronavirus sono state costrette a scavare tombe per i morti.

Otto residenti della reggenza di Gresik a Giava orientale, Indonesia, sono stati condannati a una severa punizione in un cimitero pubblico nel villaggio di Ngabetan.

Due sono stati assegnati a ciascuna tomba per insegnare loro una dura lezione, hanno detto i capi del villaggio.

Scavare tombe, la punizione estrema per chi non indossa la mascherina.

Il capo del distretto di Cerme Suyono ha detto: “Al momento ci sono solo tre scavatori di tombe disponibili, quindi ho pensato che avrei potuto anche mettere queste persone a lavorare con loro“.

Si spera che questo possa creare un deterrente contro ulteriori violazioni“.

Nadi bin Eji, che lavora in uno dei due cimiteri di Jakarta dove sono sepolte le vittime del coronavirus, ha detto che circa 2.600 persone sono state seppellite dall’inizio dell’epidemia.

Lavora dalle 7:00 a mezzanotte seppellendo i morti ed è “preoccupato” che i suoi vicini lo vedano come potenziale untore di coronavirus.

I casi di Covid-19 sono alle stelle nella regione del Cerme che ha scatenato la punizione estrema.

L’Indonesia ha visto più di 215.000 casi di insetto mortale e la gente del posto è sottoposta a misure rigorose per cercare di contenere la diffusione.

Le autorità di tutto il mondo hanno usato tutta la forza per reprimere le infezioni.

I lavoratori migranti indiani in arrivo da Delhi sono stati visti accovacciati sul ciglio della strada mentre venivano spruzzati con candeggina nel tentativo di disinfettarli.

E in Punjab, le persone accusate di aver infranto le regole di quarantena sono state costrette a fare squat gridando: “Siamo nemici della società. Non possiamo sederci a casa nostra.

La polizia dura in Paraguay non ha avuto pietà delle persone che hanno infranto i regolamenti sul coronavirus. Hanno costretto i colpevoli a saltare mentre venivano minacciati con un taser.

In Gran Bretagna, il ministro dell’Interno Priti Patel ha avvertito che il governo avrebbe preso una posizione dura nei confronti di chiunque fosse trovato a infrangere la nuova legge del Sei.

Loading...
Potrebbero interessarti

5000 uccelli morti in circostanze misteriose in India

In India, in circostanze misteriose, 5.000 uccelli sono morti vicino al lago…

Loch Ness, il mostro è reale lo prova il DNA

Il mostro di Loch Ness è stato fonte di interesse globale e…