Cosa si nasconde realmente dietro il segnale di Proxima Centauri?

Redazione

Gli astronomi alla ricerca di segnali radio da civiltà extraterrestri si stanno interrogando su un “segnale anomalo” in direzione di Proxima Centauri, il sistema stellare più vicino al Sole, ha riferito The Guardian poco prima del 31 dicembre.

Cosa si nasconde realmente dietro il segnale di Proxima Centauri

Attualmente i ricercatori stanno compilando un documento scientifico per analizzare questo segnale e non hanno fornito commenti ufficiali, secondo The Guardian

Tuttavia, secondo informazioni non ufficiali, il segnale ricevuto è un fascio stretto di onde radio a una frequenza di 980 megahertz, che è stato registrato ad aprile e maggio 2019 utilizzando il telescopio. 

Parks, che fa parte del progetto Breakthrough Listen da 100 milioni di dollari, mira alla ricerca di segnali radio da sorgenti spaziali artificiali extrasolari. Questo segnale a 980 MHz è apparso una volta e non è mai stato ripetuto. 

Questa frequenza è di grande importanza per queste ricerche, poiché le navicelle ed i satelliti costruiti dall’uomo praticamente non funzionano su tale frequenza.

Il progetto Breakthrough Listen rileva abbastanza spesso segnali radio insoliti: un gran numero di onde radio si propagano e si riflettono tra le sorgenti di origine terrestre, il Sole e le sorgenti situate al di fuori del sistema solare.

Tuttavia, questo segnale è arrivato proprio dalla direzione di Proxima Centauri, un sistema situato a una distanza di 4,2 anni luce dalla Terra. Ancora più intrigante è il fatto che il segnale, secondo fonti non ufficiali, abbia subito una leggera deriva durante il tempo in cui è stato osservato, che ricorda la deriva del segnale emesso dalla superficie del pianeta a causa del moto orbitale del pianeta stesso. 

Il sistema Proxima Centauri ha un pianeta roccioso più grande del 17% rispetto alla Terra e un gigante gassoso.

Secondo The Guardian, un ricercatore con accesso ai dati, che non ha voluto rivelare il suo nome per problemi di pricavy, ha detto: “Questa è la prima volta dal famoso segnale Wow nel 1977 che vediamo qualcosa che assomiglia davvero alla trasmissione di informazioni dalla civiltà extraterrestre” .

Va notato, tuttavia, che molti processi diversi che avvengono nel nostro Universo sono accompagnati dall’emissione di onde radio a frequenze diverse che possono simulare segnali radio artificiali.

Next Post

Ricercatori confermano: Immunità Covid dura 8 mesi

C’è una buona notizia per coloro che sono preoccupati che i vaccini COVID-19 non forniranno il periodo di protezione necessario per gestire la diffusione del virus nella popolazione. “Era una nuvola nera che aleggiava sulla potenziale protezione che qualsiasi vaccino COVID-19 poteva fornire, e dà la speranza concreta che una volta sviluppati uno o più vaccini, forniranno protezione […]
Ricercatori confermano Immunita Covid dura 8 mesi