Cristina D’Avena, come sono diverse le sigle dei cartoni animati
Cristina DAvena come sono diverse le sigle dei cartoni animati

Eravamo entrati in clima “cartoni animati” quando nella serata cover era stata cantata, tutto sommato anche maluccio a dirla tutta, la sigla di Goldrake, ma è nell’ultima puntata che si sono cantate a squarciagola le sigle dei cartoni che hanno caratterizzato la nostra infanzia.

Tutto merito della sempre dolce e solare Cristina D’Avena.  L’ha chiamata Carlo Conti, accogliendo una petizione online di fan che la volevano a tutti i costi al Festival della canzone italiana. «Sono felicissima ed emozionata perché salire sul quel palco è un traguardo importante, a maggior ragione per una come me che interpreta le sigle dei cartoni animati».

«Le sigle sono canzoni, solo un po’ diverse. Sono più ricche di sensazioni e più tenere. Sicuramente devono essere orecchiabili e avere dei ritornelli che si ripetono sempre identici».

Promossa, a sorpresa e a suo avviso, la cover di Goldrake degli Zero Assoluto: «Mi ha fatto strano sentire una sigla di un cartone a Sanremo, ma la loro versione mi è piaciuta molto».

Da Kiss  Me Licia a Mila e Shiro a Occhi di Gatto, il pubblico si è sentito per un momento ancora giovane, e non possiamo che ringraziarla per questo.

Potrebbero interessarti

Robin Williams ecco le ultime foto prima del suicidio

La vedova di Robin Williams si è confessata al Times, raccontando la…

Belen Rodriguez cambio di look ritorno al biondo

Di nuovo sulle prime pagine di tutti i settimanali di gossip, ormai…