Dieta del riso integrale perdi fino a 13 chili
dieta del riso

Non esistono diete miracolose questo è indubbio, ma è altrettanto indubbio che senza un regime alimentare adeguato non è possibile riuscire a dimagrire, perchè per dimagrire bisogna innanzitutto mangiare bene, abituare il nostro organismo a mangiare in un certo modo cercando di “ripulire” le nostre abitudini alimentari che nella maggior parte dei casi sono sbagliate. Come ben sappiamo la dieta, dal latino diaeta, a sua volta dal greco δίαιτα, dìaita, «modo di vivere», in particolar modo nei confronti dell’assunzione di cibo, altro non è che l’insieme degli alimenti che gli animali e gli esseri umani assumono abitualmente per la loro nutrizione ovvero lo spettro alimentare, eppure nel linguaggio comune la parola assume sempre un’eccezione negativa, facendo riferimento a un regime restrittivo, con cui fare i conti per qualche mese per poter buttare giù qualche kg di grasso corporeo.

Le diete devono essere consigliate e studiate caso per caso da un medico o un biologo nutrizionista. I dietisti possono rilasciare diete solo sotto ausilio medico. Spesso però le diete sono scelte in modo arbitrario dagli individui che ritengono di dover ridurre il proprio peso, spesso per avvicinarsi ad un determinato canone estetico.

Molte diete si basano su una generale riduzione dell’assunzione di cibo, indipendentemente dal tipo di alimento. Segno di una dieta dimagrante scorretta è l’effetto yo-yo, ovvero la perdita e il riacquisto di peso conseguente a diete eccessivamente ipocaloriche per adattamento del metabolismo.

Eppure, all’indomani degli stravizi delle festività natalizie, praticamente per tutti c’è la necessità di mettersi a dieta, ma non tutti si rivolgono agli specialisti.

Sono tanti coloro che cercano il regime dimagrante “perfetto”, quello che promette di far perdere tanto peso, in poco tempo e senza sforzi, ed in rete pullulano.

In questi giorni, ad esempio, per la maggiore va la cosiddetta “dieta del riso”.

Indubbiamente sono tanti i benefici nutrizionali del riso integrale. Il riso integrale è una fonte naturale di vitamine e minerali e fibre, tra le quali: Vitamina B3, Vitamina B1, Vitamina B6m Manganese, Fosforo, Ferro, Acidi grassi essenziali. Inoltre, il riso integrale è ottimo per pulire l’intestino.

Dieta del riso fino a 13 kg in un mese

Dieta del riso fino a 13 kg in un mese

Ovviamente, per avere il massimo dei benefici, bisogna scegliere il riso giusto che è quello integrale mentre quello bianco bollito, grazie alle sue alte quantità di amido, va evitato. Inoltre, essendo povero di tossine e glutine, il riso è un ottimo alimento per i celiaci e per chi vuole seguire una dieta senza glutine. Il riso Venere, ossia il riso nero o quello rosso, sono invece perfetti per chi soffre di pressione alta o per chi ha problemi di colesterolo alto.

Per colazione la dieta del riso integrale prevede un bicchiere di acqua e succo di limone (dalle proprietà depurative oltre che energizzanti), un caffè o tè a scelta senza zucchero (le abitudini tutte italiane continua a essere rispettate), una mela da 200 grammi cotta al forno o al microonde, anche un po’ di cannella per dare sapore. Per chi ha bisogno di più energie al risveglio: 30 grammi di riso integrale e 100 grammi di mela a pezzi cotti in 300 millilitri di acqua fino alla cottura del riso. A quel punto vanno frullati come una crema e serviti con poca cannella e scorza di limone o arancia grattugiata.

Per il pranzo e la cena la dieta prevede 50 grammi di riso integrale a scelta con 200 grammi di petto magro pollo o tacchino grigliati o al cartoccio con aromi. In alternativa: 150 grammi di tonno al naturale o merluzzo. Non può mancare il contorno: un’insalata verde con un cucchiaino di olio e aceto di mele oppure spinaci crudi o rucola.

La caratteristica migliore della dieta del riso integrale è la possibilità di variare con le ricette, sebbene il regime alimentare resti nel complesso poco equilibrato e quindi debba essere approvato dal proprio medico prima di essere portato avanti per un massimo di 4-5 settimane.

Abbinata ad una corretta attività fisica, tuttavia, questa dieta permette di perdere fino a 13 chili in un mese.

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Colera, in Yemen epidemia continua a mietere vittime

Il colera è un’infezione diarroica acuta causata dal batterio Vibrio cholerae. È una…

DCA, il 15 marzo ricorre la Giornata del Fiocchetto Lilla

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) o disturbi dell’alimentazione sono patologie caratterizzate…

Antibiotici, in Campania si registra un grave abuso

Fenomeno fino ad oggi sottovalutato, l’antibiotico-resistenza è ormai un fenomeno diffuso in tutto…

Il vaccino antinfluenzale del futuro sarà un cerotto indolore

Negli ultimi anni, anche a causa di una annosa mal informazione che…