Ecografia con lo smartphone, la Fda lo autorizza
Ecografia con lo smartphone

Mai come in questi ultimi anni la digitalizzazione della sanità sta conoscendo la sua stagione d’oro: lo sviluppo di piattaforme e di sistemi di sanità digitale permette di migliorare l’erogazione delle prestazioni, l’amministrazione e la gestione dell’intero sistema sanitario.

La Mobile health, ovvero la medicina supportata da app, offre l’opportunità di un quotidiano controllo del proprio stato di salute per avviare e mantenere un corretto stile di vita, grazie anche alla facilità di accesso e ai costi contenuti. Ma online ci sono anche corsi e comunità che facilitano contatti, diffondono informazioni, offrono sostegno e motivazione.

La “cura digitale” per gestire le condizioni di salute e i sistemi sanitari potrebbe migliorare sensibilmente anche la vita di chi convive con una malattia cronica, oltre ad aiutare a prevenire la sua insorgenza.

Le odierne tecnologie sono ormai mature per garantire una medicina esercitata con strumenti telematici ed informatici anche nella normale pratica clinica, anche se bisogna sottolineare come non si è ancora assistito ad una sua implementazione su vasta scala per problemi di frammentazione, dimensioni ridotte, nello spazio e nel tempo, dei progetti, mancanza di chiare modalità di finanziamento, tali da consentire investimenti a lungo termine.

Ad oggi, le cinque innovazioni che hanno contribuito al successo della tecnologia applicata alla salute, apportando stupefacenti migliorie sono il laser, la mappatura del DNA, l’immunoterapia, la cartella clinica elettronica – attraverso il cui utilizzo si eviterà la stampa su carta risparmiando in questo modo più di un miliardo e mezzo di euro – e i cosiddetti wearable device, ovvero i dispositivi indossabili.

Ecografia con lo smartphone la FDA lo autorizza

Ecografia-con-lo-smartphone-la-fda-lo-autorizza

Altra innovazione che potrebbe influire enormemente, nel prossimo futuro, è invece quella dell’ecografia, che potrà essere effettuata nientemeno che con lo smartphone.

Nello specifico, attraverso un dispositivo delle dimensioni di un rasoio elettrico collegato allo smartphone sarà possibile eseguire ecografie: la statunitense Fda ha infatti già dato il beneplacito aprendo alle strutture sanitarie del Paese la possibilità di servirsi di questo nuovo strumento progettato dalla divisione medica di Butterfly Network, battezzato Butterly IQ.

Il dispositivo funziona in maniera differente rispetto agli attuali ecografi, a partire dal fatto che ogni forma di controllo e salvataggio dati è affidata allo smartphone al quale si trova collegato.

Lo scienziato Jonathan Rothberg ha spiegato: “I sistemi di ultrasuoni di oggi utilizzano cristalli piezoelettrici, che convertono l’energia elettrica in vibrazioni sotto forma di onde ultrasoniche. Queste macchine possono costare più di 100.000 dollari”.

“Credo che un giorno il dispositivo sarà in tutte le case per risparmiare ansie e visite al pronto soccorso. Se un bambino cade, ad esempio, e si lamenta di un dolore al braccio, i genitori potranno fare una veloce ecografia per verificare lo stato dell’osso, magari poi inviando il referto al pediatra”, afferma John Martin, capo della divisione medica della Butterfly Network.

I primi esemplari di Butterfly IQ verranno immessi sul mercato nel 2018 al prezzo di 2mila dollari, una vera e propria inezia rispetto ai costi degli apparecchi tradizionali che, come sottolinea alla rivista IEE Spectrum lo scienziato, possono attualmente attestarsi intorno ai 100mila dollari.

Al momento la Fda ha ritenuto idoneo questo strumento consentendogli ben 13 diverse applicazioni cliniche fra cui spiccano analisi del cuore, fetali e ostetriche, nonché diagnosi all’apparato muscoloscheletrico.

Loading...
Potrebbero interessarti

La Sacra Sindone il mistero svelato scientificamente

Simbolo della cristianità e per gli scettici della presenza di Gesù sulla…

Pene curvo, problematica diffusa che impatta sulla vita sessuale

Mentre le donne si fanno ben pochi problemi ad andare da un…