Eros e Salute, la pillola del giorno dopo arriva da estratti di piante?

Eros e salute, la pillola del giorno dopo arriva da estratti di piante?

Certo non si può dire che nel campo dell’educazione sessuale, specialmente dei giovani, le cose non siano cambiate in maniera positiva.

Un serio impulso in questo senso è stato dato dalla scuola ma anche dai media e più in generale dalla società che ha superato i vecchi tabù di natura cristiana, seguendo insegnamenti di natura più pragmatica.

Gli anticoncezionali ormai si trovano facilmente dappertutto e i metodi per non incorrere in una gravidanza indesiderata, si sono moltiplicati, dai più efficaci ai meno efficaci.

La pillola come metodo contraccettivo principe, è stata ormai sperimentata con successo da molti decenni.

Già da qualche tempo, però, ci sono anche le pillole del giorno dopo, ferocemente contestate da certa morale cattolica, più attenta a considerare il momento esatto in cui si deve considerare una persona nata, che non la tutela effettiva delle persone già vive da un pezzo.

Perciò la pillola del giorno dopo deve essere considerata a tutti gli effetti come un vero e proprio omicidio.

Siamo nel 2017, ma una parte consistente delle persone, purtroppo la pensa ancora in questo modo. Comunque, accanto alle pillole con formulazione tradizionale, si sta facendo avanti un nuovo possibile contraccettivo naturale, ricavato da estratti di piante.

Il nuovo contraccettivo, di origine cinese, impedirebbe agli spermatozoi di fecondare gli ovociti.

Con molta fantasia, alcuni studiosi della Università di Berkeley in California, hanno battezzato questi contraccettivi condom molecolari.

Lo studio su questi contraccettivi è stato coordinato dalla dottoressa Polina Lisko, ed è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale Proceedings of the National Academy of Sciences.

La ricerca dimostrerebbe come questi contraccettivi naturali siano semplici da ottenere ed efficaci.

Sostanzialmente le piante da cui sono estratte le sostanze utili per il contraccettivo sono l’Aloe e la Vite del dio tuono.

Pare che inoltre gli effetti secondari dell’ingestione di queste sostanze siano davvero minimi. Insomma, non fanno male.

Per ora gli esperimenti sono stati eseguiti in provetta, ma adesso i ricercatori si accingono a sperimentare il tutto sugli animali.

Testando le molecole su animali, dicono gli studiosi, si potranno trovare sostanze gemelle che svolgono la medesima azione ma che possono essere reperite più facilmente, e soprattutto costano di meno.

I tempi per realizzare tutto ciò sono probabilmente brevi. Attendiamo con fiducia le risultanze ultime degli studi.

One thought on “Eros e Salute, la pillola del giorno dopo arriva da estratti di piante?

  1. Sorvolando sulle questioni etiche, mi permetto di rilevare che il messaggio che la pillola del giorno dopo sia una “tutela effettiva per le persone già vive da un pezzo” sia molto discutibile se non palesemente assurdo: la tutela delle persone vive dovrebbe passare piuttosto attraverso l’educazione della coscienza e la corretta informazione che miri all’acquisizione della necessaria consapevolezza in merito alla sfera sessuale dell’individuo, tanto delicata quanto bistrattata.
    Infatti nel 2017 ogni individuo dovrebbe sapere che un rapporto sessuale può portare ad una gravidanza e, di conseguenza, se questa non rientra nei “piani” (perché mi sembra sia questa la “tutela” cui si fa riferimento), dovrebbe intelligentemente prendere delle precauzioni.
    In questa logica la “certa morale cattolica” non c’entra, lo chiamerei semplicemente buonsenso.

Comments are closed.

Next Post

Vittorio Sgarbi si mostra al pubblico persino in bagno

Il video ci ha messo ben poco ad impazzare in rete e a diventare virale, e non poteva essere altrimenti visto il protagonista e la “posa” che è stata scelta per immortalare e racchiudere i primi 65 anni di un genio, molto discusso, della cultura italiana contemporanea. Durante l’ultima puntata […]