Facebook, online Mondo Connesso a tutela della privacy
Facebook, online Mondo Connesso a tutela della privacy

Facebook a tutela della privacy ha lanciato online Mondo Connesso, il sito informativo separato dal social network.

Facebook si fa promotore di un’iniziativa atta a tutelare i dati personali su Internet.

Come navigare in sicurezza? Come sono condivisi i dati personali? Per aiutare gli utenti a navigare con più consapevolezza, nasce il progetto “Vivere in un mondo connesso”.

Si tratta di un sito che fornisce informazioni in modo molto intuitivo e puntuale, giacché tutti i dati raccolti sono in perfetta sintonia con le indicazioni fornite dal Garante per la privacy.

Il sito mondoconnesso.info, lanciato in contemporanea anche in Francia, fa parte di un progetto sviluppato su scala europea, sullo stile della Cookie Law.

Sviluppato anche in Germania e Austria, il progetto tiene conto sempre dei riferimenti e dei collegamenti ai siti delle Autorità di protezione dati locali. Nel sito troviamo una pagina generale, tre sezioni: Consapevolezza, controllo, protezione.

La sezione “Consapevolezza” informa gli utenti sul tipo di dati che generalmente rilasciano nell’ambito delle loro attività quotidiane, come navigare online, eseguire il check-in in un albergo o un acquisto con carta di credito, o sottoscrivere una carta fedeltà in un negozio.

Nella sezione “Controllo” sono fornite indicazioni sui vari strumenti a disposizione dell’utente e del consumatore per esercitare un maggiore controllo sui propri dati e capire come mai una moltituine di aziende chiedono insistentemente di poterli utilizzare.

La sezione “Protezione”, invece è rivolta agli utenti che vogliono avere ulteriori informazioni o hanno bisogno di aiuto per tutelare al meglio la loro privacy.

Loading...
Potrebbero interessarti

Google fa pagare agli inserzionisti le finte visualizzazioni su YouTube

E’ bufera per il colosso Google. Secondo il Financial Times, sembra che…

Effetti della quarantena: il complotto contro il 5G

La pandemia di coronavirus ha portato tante persone ad inventare nuove cospirazioni…