Final Fantasy XV è troppo osé: in Cina censurano Shiva

Redazione

In Cina hanno censurato il videogioco Final Fantasy XV: Shiva è troppo osé.

La notizia è apparsa su Twitter. E’ stato l’analista ZhugeEX a informare tutti della censura cinese.

E così il quindicesimo capitolo di Final Fantasy dovrà rifarsi il look per entrare nel più “morigerato” mercato del Paese dei Mandarini.

A fare scandalo è Shiva il personaggio magico presente in tutti i capitoli della serie, anche se in modo diverso, che appare una volta evocato.

Si presenta come una bellissima donna giovane dal corpo perfetto, orecchie simili a quelle degli elfi e capelli lunghissimi.

Di volta in volta, la potente Shiva è apparsa nella serie coperta da un mantello color arcobaleno, coperta da un lungo foulard rosa oppure da uno strato di ghiaccio. A volte in costume da bagno succinto o con le parti intime coperte dal colore viola.

Insomma, Shiva è sempre molto sexy ma mai sconcia proprio per il ruolo evocativo che ha nel gioco.

Perciò un po’ fa sorridere la “censura” cinese a un personaggio di un videogioco. Ma tant’è. Le leggi sulla censura in Cina sono alquanto rigorose. Perciò alla Square Enix non resta che “vestire” la magica Shiva.

Si ricorda che Final Fantasy XV sarà disponibile su PlayStation 4 3 Xbox One dal 29 novembre prossimo.

Square Enix in occasione dell’imminente lancio a rilasciato screenshot che introduzono nuovi dettagli sul gioco.

Nello specifico sono state svelate sia l’evocazione Leviathan, sia le nuove abilità esclusive di cui saranno dotati i protagonisti del gioco.

Next Post

Freddie Mercury, un libro e un film a 25 anni dalla morte

Il prossimo 24 novembre sarà esattamente un quarto di secolo che l’artista è mancato, e al Cassero di Bologna andrà in scena “Let’s celebrate Freddy”, evento dedicato al cantante dei Queen Freddie Mercury. L’evento, si legge in una nota, “nasce per celebrare Mercury a tutto tondo, dal cantautore musicista al […]