Freddie Mercury, un libro e un film a 25 anni dalla morte

Il prossimo 24 novembre sarà esattamente un quarto di secolo che l’artista è mancato, e al Cassero di Bologna andrà in scena “Let’s celebrate Freddy”, evento dedicato al cantante dei Queen Freddie Mercury.

L’evento, si legge in una nota, “nasce per celebrare Mercury a tutto tondo, dal cantautore musicista al personaggio carismatico”, “una delle più grandi icone della storia del rock”.

Intanto nelle prossime ore uscirà “Somebody to Love: The Life, Death and Legacy of Freddie Mercury” il libro di Matt Richards e Mark Langthorne che racconta la vita, la morte e la leggenda dell’indimenticato cantante dei Queen.

Il libro svela il momento preciso in cui il cantante decise di comunicare ai suoi compagni di essersi ammalato di Aids. “Guardate, probabilmente avete capito con cosa ho a che fare. Ho questa cosa e per quanto ne so non c’è nessuna cura e ho solo un po’ di tempo ancora a disposizione. Voglio avere questa conversazione, voglio portare avanti la mia vita esattamente com’è, voglio fare dischi, non voglio che nessuno lo sappia e non voglio che nessuno ne parli da questo momento in poi. È tutto”, ha riportato Brian May .

Inoltre sono ormai anni che un biopic sul mitico cantante è in preparazione, ma sembra che finalmente sia arrivato il momento propizio: la New Regency e la Fox lo co-produrranno con Graham King e si chiamerà come una delle canzoni più famose dei Queen, Bohemian Rhapsody.

Brian May e Roger Taylor, membri dei Queen, saranno co-produttori del film. La sceneggiatura sarà invece affidata a Anthony McCarten, già penna del pluripremiato e commovente “La teoria del tutto”. Secondo quanto riportato da Variety, Rami Malek, attore protagonista della famosissima serie tv Mr Robot, è stato scelto per interpretare Freddie nel film.

Next Post

Amy Schumer anniversario con Ben Hanisch e lo chiama: Faccia di Ca..o

Tra innamorati si è soliti utilizzare nomignoli, vezzeggiativi o semplicemente nomi inventati, spesso legati all’amore che si prova l’uno per l’altra. Sarà così anche per l’attrice Amy Schumer? Molto probabilmente si, certo è che il modo in cui è solita “chiamare” il suo attuale fidanzato non è proprio un sinonimo […]