Frosinone, massacrato dal branco: donati gli organi

Eleonora Gitto

Frosinone, massacrato dal branco: donati gli organi.

Nella notte di venerdì ad Alatri era stato picchiato selvaggiamente nella piazza centrale della cittadina.

Subito ricoverato a Roma, si è tentato un disperato intervento chirurgico per ridurre le lesioni, ma non c’è stato più nulla da fare.

I genitori hanno voluto donare gli organi del ragazzo, Emanuele Morganti.

A ucciderlo sono stati pugni, calci, e soprattutto una spranga di ferro. Sono state fracassate le vertebre cervicali, oltre a lesioni varie e fratture provocate al cranio del povero ragazzo.

Il giovane ventenne non è morto immediatamente, ma il cuore ha smesso di battere domenica.

Le forze dell’ordine sono al lavoro per risalire agli assassini, una cerchia di giovani più o meno coetanei.

I colpi mortali sarebbero stati inferti con un grosso oggetto di metallo, probabilmente una spranga o una chiave inglese.

Il motivo della rissa forse è quello di alcuni apprezzamenti non graditi alla ragazza del giovane Morganti.

Il Sindaco di Alatri sta in queste ore valutando la possibilità di indire il lutto cittadino: “Quanto è accaduto è una barbarie, ci stringiamo intorno ai familiari di Emanuel”.

Immaginiamo che sia solo questione di tempo, perché i responsabili saranno sicuramente individuati.

Next Post

Siracusa città invivibile per le deiezioni dei cani

Siracusa città invivibile per le deiezioni dei cani. Il problema dei cani che sporcano non è certo solo di Siracusa, tuttavia sembra che negli ultimi mesi la cittadina siciliana sia diventata praticamente impercorribile in alcuni tratti. E allora i consiglieri comunali Alfredo Foti, Stefania Salvo, Gianluca Romeo, Francesco Pappalardo e […]
Siracusa città invivibile per le deiezioni dei cani