Gasparri e quel “chiesimo” che fa rabbrividire

Che gli italiani sono tra coloro che conoscono peggio la loro lingua madre è cosa purtroppo universalmente nota, e anche che i nostri politici non siano da meno quanto a ignoranza grammaticale.

Stavolta l’ennesima riprova non ce la danno le Iene, che nei loro servizi sono soventi intervistare i nostri governanti avendo come risposte spesso affermazioni paradossali, ma un tweet evidentemente ben poco meditato.

Maurizio Gasparri, senatore del Pdl, attivissimo sul social network Twitter, spesso e volentieri è diventato argomento di discussione per la comunità degli internauti, con le sue considerazioni non proprio ortodosse e le sue accese liti con gli altri utenti, ma stavolta è scivolato persino sui verbi.

Gasparri è intervenuto sulla questione della candidatura di Giorgia Meloni alle elezioni comunali a Roma e ha scritto: «È vero che @GiorgiaMeloni è figlia della storia di destra», si legge sul profilo @gasparripdl, «e proprio per quello a suo tempo le chiesimo la disponibilità».

Un passato remoto che fa rabbrividire anche i bambini delle elementari, un neologismo che fa concorrenza persino all’ormai celebre petaloso.

Inutile dire che il verbo appena inventato è diventato un hashtag che sta spopolando, diventando in un batter d’occhio un trending topic.

Next Post

Pupo, ancora rivelazioni hot sulla sua vita sessuale

Non è la prima volta che parla della sua vita privata, ed anzi è ormai noto che, col benestare della moglie, viva anche una relazione fissa e alla luce del sole con la sua amante, ma Pupo ad ogni dichiarazione pubblica non smette mai di stupire, e non necessariamente in […]